La Juve risponde al Napoli, disastro per Lazio e Inter

I bianconeri battono il Chievo per 2 a 1, i nerazzurri perdono a Siena, i biancocelesti cedono a Genoa al novantacinquesimo

ROMA. La Juve risponde con autorità al  Napoli: 2-1 senza fronzoli in casa del Chievo e tornano tre i  punti di vantaggio sui partenopei vincitori ieri col Catania. Le  due protagoniste del campionato sanno ormai che sarà testa a  testa perchè alle spalle le inseguitrici si fanno del male:  Lazio e Inter cedono inopinatamente in trasferta con avversari  non trascendentali come Genoa e Siena, per cui diventa una  volata il terzo posto Champions con la Fiorentina che ritorna in  gioco grazie alla vittoria sul Parma.      Grande attesa per il posticipo con l'Udinese perchè il  Milan di Balotelli può agganciare l'Inter e portarsi a tre  punti dal terzo posto. Se andrà così saranno 4 squadre in 4  punti. Al momento fuori gioco la Roma che dopo il tonfo di  venerdì col Cagliari si è separata da Zeman affidandosi allo  sconosciuto Andreazzoli.      

Grandi movimenti in zona retrocessione: Genoa e Siena  gioiscono con Bologna e Atalanta che ottengono tre punti pesanti  in casa delle dirette avversarie Pescara e Palermo. E dopo Zeman  potrebbe essere arrivato al capolinea anche Gasperini.  La Juventus dà un segnale importante a tifosi e avversari   cacciando i fantasmi con una vittoria chirurgica in casa del  Chievo: 2-1 con una prodezza di Matri e raddoppio dell'ottimo  Lichtsteiner. I veneti tornano in gioco con Thereau ma la barca  bianconera tiene e ricaccia a tre punti il Napoli.     Passo indietro deciso per le inseguitrici. La Lazio dorme per  un tempo in casa del Genoa permettendo agli ex giallorossi  Borriello e Bertolacci di trovare un 2-0 senza grandi reazioni  di una squadra senza Hernanes. Poi nella ripresa Pektovic suona  la carica e il sempre più decisivo Floccari trova il gol che  rimette in gioco i laziali. La grinta dei romani mette alle  strette i liguri che si chiudono, un fallo di Borriello procura  un rigore che Mauri mette a frutto. Ma il Genoa non finisce mai:  nel 5' di recupero Rigoni costringe Marchetti al miracolo, poi  trova di testa un gol che incide su testa e coda.    

 Notte fonda per l'Inter in casa del Siena, che ottiene una  vittoria che ridà fiato alle speranze di salvezza. Nerazzurri  in grande difficoltà nonostante gli inserimenti di Schelotto,  Kovacevic  e Kuzmanovic. Toscani avanti con Emeghara, rapido  pareggio di Cassano ed eurogol di Sestu che lascia di stucco  Handanovic. Poi l'Inter tenta una reazione ma Chivu si fa  espellere per un fallo da ultimo uomo  e il rigore viene  trasformato da Rosina. Una traversa di Cassano è la reazione  dell'Inter in dieci che non riesce più a riavvicinare il  risultato. Per Stramaccioni un colpo molto pesante (è il  secondo ko col Siena) specie se verrà agganciato dal Milan.     Ne approfitta la Fiorentina che dopo una lunga serie di  incertezze riparte con una vittoria che dà morale: partita mai  in discussione con vantaggio di Toni e raddoppio di Jovetic in  grande scioltezza. Il Parma forse paga un lungo periodo di  lucide prestazioni ma all'inizio Viviano fa parate decisive.     Spettacolo e gol tra Pescara e Bologna con gli ospiti che  portano via tre punti preziosi. Tre rigori in 45', quelli degli  abruzzesi procurati da Weiss che uno ne segna e poi s'infortuna.  Diamanti e D'Agostino trasformano gli altri ma poi il Bologna  ingrana la quarta e ribalta il risultato con Gilardino e Kone.    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati