Operatori Emirati e Oman incontrano imprese siciliane

PALERMO. Trentacinque operatori economici, provenienti dagli Emirati Arabi uniti e dall'Oman, saranno in Sicilia dal 5 al 7 febbraio per visitare imprese del settore della meccanica e meccatronica, dell'agroalimentare e del turismo, appositamente selezionate, e allacciare rapporti commerciali. L'attività di incoming - che vedrà gli operatori esteri visitare le provincie di Palermo, Trapani, Caltanissetta, Ragusa e Catania - fa parte del progetto Paesi del Golfo, voluto dall'assessorato regionale alle Attività produttive e coinvolge complessivamente 42 aziende siciliane: 14 del settore meccatronica, 19 dell'agroalimentare e nove del turismo. 

La visita in Sicilia degli operatori commerciali segue di alcuni mesi la missione siciliana a Dubai per gli incontri preparatori a questa nuova fase del progetto. I settori coinvolti sono quello delle meccatronica, dell'agroalimentare e del turismo, per i quali c'è un crescente interesse nei Paesi del golfo. Si tratta di aziende per le quali la proiezione internazionale, ancora assai ridotta, può rappresentare un importante punto di svolta. L'interscambio Italia-Emirati è cresciuto regolarmente e ininterrottamente negli ultimi anni, triplicandosi nel periodo 2000/08 e in particolare l'avanzo commerciale positivo per l'Italia è passato da 1,7 a 4,8 miliardi. 

I contenuti del progetto Paesi del golfo saranno illustrati martedì 5 febbraio alle 9,30 nella sede di Confindustria Palermo, in via XX settembre 64, nel corso di una conferenza stampa alla quale parteciperanno l'assessore regionale alle Attività produttive, Linda Vancheri; il presidente di Confindustria Palermo, Alessandro Albanese; il presidente del Distretto produttivo della meccatronica, Antonello Mineo, che ha guidato la delegazione siciliana a Dubai.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati