Crocetta in procura, denunciata una turbativa d'asta all'Asp: indagato Cirignotta

Si tratta di una gara di appalto di diverse decine di milioni di euro per fornitura di materiale sanitario che vede coinvolti alcuni dirigenti

PALERMO. Il presidente della Regione Rosario Crocetta si è recato in procura a Palermo per formalizzare una denuncia davanti al procuratore Francesco Messineo e all'aggiunto Leonardo Agueci, il magistrato che coordina il pool di pm che indagano sui reati contro la pubblica amministrazione. È stato lo stesso governatore durante una conferenza stampa a chiarire l'oggetto dell'esposto: «Abbiamo scoperto una situazione gravissima - ha detto - un tentativo di turbativa d'asta presso una Asp siciliana per una gara di appalto di diverse decine di milioni di euro per fornitura di materiale sanitario che vede coinvolti alcuni dirigenti. La turbativa era ancora in corso. Nel giro di pochi giorni si sarebbe completato l'iter. Non potevamo perdere tempo e abbiamo deciso di denunciare tutto». Crocetta ha anche raccontato ai pm che un dirigente dell'Asp sarebbe stato aggredito con un coltello e derubato della valigetta in cui aveva i documenti che avrebbero provato la turbativa. «La notizia - ha spiegato Crocetta - l'abbiamo appresa dai canali dell'amministrazione non dalla persona aggredita». «Faccio un appello a funzionari e dirigenti di cominciare a collaborare», ha sottolineato il governatore.  Il governatore ha poi raccontato di avere incontrato al Palazzo di Giustizia il procuratore Francesco Messineo e l'aggiunto Leonardo Agueci che coordina il pool dei pm che indagano sui reati contro la pubblica amministrazione. «È stata una giornata di grande commozione per l'assessore alla Sanità Lucia Borsellino - ha sottolineato - ha compiuto un atto che non aveva mai fatto prima, andando in quell'ufficio dove accanto c'era la stanza del padre». Poi Crocetta ha detto che in alcune Asp «sono già stati revocati alcuni appalti» e ha fatto riferimento a una serie di sue recenti denunce riguardanti anche il Consorzio Autostrada Siciliane.

L'AZIENDA COINVOLTA E' L'ASP 6 DI PALERMO - E' l'Asp 6 di Palermo guidata dal commissario straordinario Salvatore Cirignotta, l'Azienda sanitaria siciliana coinvolta - secondo quanto ha denunciato alla Procura il presidente della Regione Rosario Crocetta - in un tentativo di turbativa d'asta per una gara di appalto di diverse decine di milioni di euro per fornitura di materiale. Il presidente Rosario Crocetta ha revocato l’incarico al manager, Salvatore Cirignotta. Al suo posto è già stato assegnato il ruolo di commissario, per due mesi, ad Adalberto Battaglia, ex giudice del Tribunale per i minorenni e presidente di sezione di Corte d’Appello a Palermo, oggi in pensione.
Cirignotta, ex magistrato a sua volta, è stato il principale manager della tornata di nomine fatta dal precedente governo, quando a guidare la sanità era Massimo Russo. In questa fase Cirignotta era commissario dell’Asp che ha guidato fin dal 2009.
 «Cado dalle nuvole - ha dichiarato Cirignotta - non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale. Domattina verificherò l'attendibilità di queste 'vocì che mi sono state riferite». Il commissario straordinario ha poi osservato che «l'Asp 6, come tutte le altre, ha diverse gare d'appalto per forniture sanitarie». Cirignotta era stato confermato appena tre settimane fa alla guida dell'Asp 6 dalla giunta regionale nonostante la 'bocciaturà dell'Agenas, che aveva valutato i diriettori generali delle Asp siciliane sulla base degli obiettivi raggiunti.

BORSELLINO: "DIFFICILE RADICARE L CULTURA DELLA DENUNCIA". «La cultura della denuncia è difficile da far radicare. Non vogliamo eccedere nelle informazioni perchè sono coinvolte delle persone ed è giusto proteggere la loro incolumità». Lo ha detto in conferenza stampa a Palermo l'assessore regionale alla salute Lucia Borsellino, che insieme al governatore della Sicilia Rosario Crocetta ha denunciato in Procura un tentativo di turbativa d'asta in un'Asp. Poi il governatore ha aggiunto «questa volta abbiamo le prove».


INDAGATO CIRIGNOTTA. L' ex commissario straordinario dell'Agenzia di Sanità Pubblica (Asp) 6 di Palermo Salvatore Cirignotta è indagato nell'ambito dell'inchiesta su una presunta turbativa d'asta relativa a una gara per la fornitura di materiale sanitario bandita dall'azienda sanitaria a luglio scorso.
I carabinieri questa mattina hanno perquisito la casa e gli uffici dell'ex commissario, che, ieri, sera è stato rimosso dall'incarico. La gara è stata bandita quando Cirignotta era direttore generale dell'Asp.
Gli investigatori, coordinati dall'aggiunto Leonardo Agueci, stanno cercando tutti i documenti relativi alla vicenda.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati