Tra carri, sfilate e costumi le maschere in competizione

PALERMO. La festa più stramba dell'anno si avvicina e come da tradizione impazza la mania di trovare la maschera più bella e originale da sfoggiare per le vie del paese. O, per i più "entusiasti", in uno dei tanti concorsi organizzati da comuni e associazioni che incentivano il fascino e la storia del Carnevale. In particolare, l'elemento distintivo e caratterizzante del carnevale: l'uso del mascheramento. Una delle manifestazioni più importanti e particolari del carnevale in Sicilia si tiene a Misterbianco, a due passi da Catania, dove a sfilare non sono carri con persone mascherate, bensì persone mascherate da carri. Sembra assurdo ma è così. Sulle strade del centro di questa cittadina, avvengono, infatti, sfilate di persone che hanno addosso incredibili costumi, in tutto simili ad autentiche "costruzioni" carnevalesche.
La sfilata delle maschere coinvolge vari comitati che ogni anno rappresentano un tema diverso e che, al termine della manifestazione, premiano il costume e la maschera più bella. Le persone, raccolte in vari gruppi "a tema" sfilano con costumi che arrivavano a pesare decine di chili e sono più di mille le maschere presenti in piazza che ballano al ritmo di salsa e merengue. Proprio questa peculiarità ha consentito al Carnevale di Misterbianco di conquistare consensi anche in presenza di quello della vicinissima Acireale, tanto da essere annoverato il "Carnevale dei costumi più belli di Sicilia", grazie all'elevato valore artistico dei costumi e dei carri scenografici.


E.M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati