L'Ars calanderizza la riforma delle province

PALERMO. Primi passi per la riforma delle Province. La conferenza dei capigruppo dell'Ars, presieduta da Giovanni Ardizzone, ha calendarizzato il ddl nella seduta parlamentare del 6 marzo (e non febbraio). Oggi in commissione Affari istituzionali è stato ascoltato il presidente dell'Unione delle province, Giovanni Avanti. «È una passo importante - dice il capogruppo della Lista Musumeci, Santi Formica - C'è condivisione da parte dei gruppi per approvare la riforma in tempi rapidi. Rispetto al decreto Monti, noi proponiamo il mantenimento delle attuali nove Province, riducendo il numero di assessori e consiglieri e tagliando gli stipendi col trasferimento dalla Regione agli enti di una serie di competenze».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati