Crisi, Helg: chiuse il 70 per cento delle imprese nate nel 2011

Il presidente di Confcommercio Palermo ha spiegato che «le cause sono da ricondurre alla politica del governo che ha distrutto definitivamente le imprese e le ha messe in liquidazione»

PALERMO. «A Palermo il 70 per cento delle imprese giovanili, femminili e di immigrati nate nel 2011 hanno chiuso nel 2012. Le cause sono da ricondurre alla politica del governo che ha distrutto definitivamente le imprese e le ha messe in liquidazione». Lo ha detto il presidente di Confcommercio Palermo Roberto Helg,  a margine di un'iniziativa organizzata, in occasione
della giornata di mobilitazione nazionale indetta dall'associazione di categoria, nella sede della Camera di Commercio di Palermo, dove è stato 'appesò uno striscione con scritto «La politica non metta in liquidazione le imprese», che resterà affisso fino alla data delle elezioni politiche.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati