Moderni e violenti, arrivano al cinema Hansel e Gretel

Una rivisitazione della
classica favola dei fratelli Grimm in chiave moderna e violenta:
è "Hansel e Gretel - Cacciatori di streghe", il film fantasy
horror in 3D diretto dal regista norvegese Tommy Wirkola la cui
premiere si è svolta a Los Angeles. Hansel e Gretel, rispettivamente interpretati da Jeremy
Renner (The Hurt Locker) e Gemma Arterton, sono cresciuti e sono
diventati dei cacciatori di taglie professionisti, il cui lavoro
consiste nello scovare e uccidere le streghe. La sfida che li
attende questa volta è però la più difficile: sventare il
piano della malvagia strega Muriel (l'imbruttita Famke Janssen)
che intende rapire e sacrificare molti bambini per il raduno di
streghe organizzato di lì a pochi giorni. Il film esce nelle
sale americane questo fine settimana - a febbraio è atteso in
Italia - e, nonostante le recensioni siano per lo più negative,
si prevede un buon successo al botteghino, soprattutto grazie
all'interesse del pubblico più giovane.
«Hansel e Gretel non possono vivere uno senza l'altro ed è
l'aspetto del rapporto fratello-sorella che mi ha attirato di
più verso questo film, penso che sia una dinamica molto
interessante» ha dichiarato Renner. «Penso che il duo
fratello-sorella sia davvero fantastico, specialmente in
relazione ad un film d'azione» gli fa eco la Arterton. «Si
sostengono a vicenda e c'è questa energia, questo sentimento
che li lega che è stato interessante esplorare». «Non è un
film per bambini» ha affermato Renner. «Hansel e Gretel non è
la classica fiaba dal finale e vissero felici e contenti.
Abbiamo voluto riprendere la storia immaginandoci cosa succede
ad Hansel e Gretel quindici anni dopo avere sconfitto la strega.
C'è molta azione e prendiamo molte botte, c'è anche un pò di
senso dell'umorismo, ma non c'è tecnica, nel senso che è tutto
abbastanza disordinato, ma molto divertente» ha concluso
Renner, rispecchiando in parte quello che pensano i critici, che
hanno trovato il film banale ed eccessivamente violento, tanto
che molti si sono chiesti come mai l'attore nominato due volte
all'Oscar abbia accettato di lavorare a questo film.
Dal canto suo, l'inglese Arterton, già "Bond girl" nello 007
Quantum of Solace, e quindi abituata all'azione e ai
combattimenti, continua ad apprezzare quel tipo di ruoli. «Mi
ha attirato l'idea di interpretare una ragazza tosta in un film
con molta azione» ha detto. «Prendo molte botte nel film. Ma
è stato divertente».

© Riproduzione riservata