Coppa Italia, il pari sta stretto a Conte: "Non è il risultato giusto"

Mastica amaro l'allenatore della Juve dopo l'1-1 nella semifinale d'andata contro la Lazio. Gongola invece il suo collega Petkovic. "Ci abbiamo sempre creduto e abbiamo meritato"

TORINO. La Juve domina, la Lazio sorride per il pareggio insperato nella semifinale di andata di coppa Italia. Antonio Conte mastica amaro: «Il sorriso mi rimane nonostante il risultato, che non è un risultato giusto, meritavamo di chiudere la qualificazione. Eravamo in totale emergenza ma, nonostante ciò, la squadra ha fatto un'ottima partita, avremmo meritato molto di più di quanto ha detto il punteggio finale. Al ritorno ce la giocheremo, magari ci sarà un po’ più di fortuna per noi e un po’ meno per loro. Il rigore su Vucinic? Le immagini parlano da sole...».    Come nella gara di campionato a novembre, i bianconeri hanno dominato, sbattendo però a ripetizione su un grande Marchetti. Il tecnico bianconero prosegue nell'analisi: «Peccato perché avremmo potuto capitalizzare meglio il vantaggio. Sono soddisfatto perchè nonostante i tanti cambi forzati, non sono cambiati il gioco, l'organizzazione e la mentalità. Tutti sanno lo spartito che devono suonare e questo è molto importante. Tra campionato e oggi, penso che la Lazio abbia avuto un bel po’ di fortuna. È una grande squadra, però bisogna dire anche le cose come stanno». Conte applaude la prova di chi è stato chiamato in causa per l'emergenza: «Sono soddisfatto perchè nonostante la moria di giocatori e nonostante sei-sette cambi forzati anche oggi abbiamo dimostrato che la squadra è in crescita. Marchisio, al rientro, ha fatto bene da trequartista, registro con soddisfazione la crescita di Isla, si sta inserendo Peluso, Marrone ha fatto una bellissima prestazione. Abbiamo dimostrato anche oggi che il lavoro che stiamo facendo è molto buono e che tutti quanti fanno parte del progetto. Meglio però pareggiare 1-1 con una prestazione del genere che magari rubacchiare un 1-0». Non sembrano preoccupare invece gli acciaccati della serata: «Bonucci ha preso un colpo al coccige, Padoin ha avuto la febbre Peluso è uscito per crampi, mentre quella di Pogba era soltanto stanchezza, ha fatto una grande partita. Mentre vedo difficile recuperare Pirlo e Giovinco per sabato». In queste condizioni potrebbe tornare utile un rinforzo, magri in attacco. «Llorente? L'importante è che arrivi, ma penso arrivi a giugno, ora Š un giocatore del Bilbao a tutti gli effetti».  Anche Andrea Barzagli batte sullo stesso tasto di Conte. «Meritavamo certamente un risultato diverso, abbiamo fatto un'ottima prestazione, purtroppo quest'anno con la Lazio non ci gira molto bene”, rileva il difensore juventino -. L'1-1 ci lascia l'amaro in bocca, abbiamo concesso per un nostro errore, soltanto l'azione del pari. Penso che meritavamo la vittoria e anche abbondante, dobbiamo ripartire da questa prestazione, fatta di grande sacrificio e qualità. Poi Marchetti ha fatto tre-quattro parate strepitose...». Barzagli non sceglie tra campionato, Champions League e coppa Italia: «Non mettiamo un obiettivo davanti agli altri, puntiamo a tutti e tre, abbiamo fame. L'Europa ha il suo fascino, in campionato siamo primi, a quanto teniamo in coppa Itaila si è visto anche stasera». Vladimir Petkovic gongola per il risultato positivo. «Ci abbiamo creduto dall'inizio - sottolinea il tecnico laziale -: in alcune fasi la Juve ci ha schiacciato, abbiamo controllato bene nel primo tempo, nella ripresa abbiamo avuto più difficoltà ma abbiamo meritato tutto quanto. Il merito del risultato è di tutti e ovviamente anche di Marchetti. La Juve ha avuto quattro occasioni ma anche noi, con un po’ di cattiveria, avremmo potuto concretizzare le nostre opportunità». Il portiere laziale festeggia un'altra grande prestazione contro la Juve: «La parata più difficile è stata quella su Vidal, voleva mettere la palla in mezzo, l'ha presa male e stava finendo in porta. Per come ero posizionato non credevo di poterci arrivare, ho ritrovato la coordinazione, ho spinto bene e fortunatamente ci sono arrivato».  Chiude Alvaro Gonzalez: «Abbiamo raggiunto un risultato importante in vista del ritorno. La Juve ci ha schiacciato, abbiamo rischiato molto ma siamo stati bravi a rispondere colpo su colpo, palla dopo palla. Lo scudetto? Sono fiducioso, giocando così possiamo farcela».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati