Guasto lungo la condotta, molte zone senz'acqua

Caltaqua assicura che si tratta solamente di un disagio momentaneo e tutto tornerà alla normalità già da domenica

CALTANISSETTA. Una grossa fetta di territorio non avrà acqua. Salta l'erogazione idrica prevista nelle cosiddette fasce esterne (zona Firrio, via Paladini e dintorni solo per fare qualche esempio) e a secco resterà anche Borgo Petilia.

All'origine dell'improvviso stop un guasto lungo la condotta d'adduzione del Madonie est con conseguente riduzione dei quantitativi destinati alla città. Caltaqua prendendo atto del laconico comunicato di Siciliacque, ha dovuto modificare parzialmente i turni di distribuzione: rubinetti a secco nelle fasce esterne e a Borgo Petilia, ma tutto regolare nelle altre zone cittadine dov'era prevista l'erogazione.

Caltaqua ha assicurato che si tratta solamente di un disagio momentaneo e tutto, a meno di imprevisti, dovrebbe tornare alla normalità già da domenica. Il «fermo tecnico» si verifica nel momento in cui dall'Ancipa cominciano ad arrivare notizie decisamente buone dopo la grande «secca» di dicembre che aveva ridotto la diga ad una pozzanghera e costretto Caltaqua ad allungare i turni a tre giorni.

L'invaso dopo le abbondanti piogge degli ultimi giorni è quasi pieno con oltre quattordici milioni di metri cubi. L'Enel proprietaria dell'impianto invaserà fino al massimo consentito (28 milioni) traguardo facilmente raggiungibile se continuerà a piovere in maniera costante. Superata questa soglia l'acqua dovrà essere necessariamente buttata a scarico per evitare appesantimenti ad una diga che l'Enel adesso intenderebbe sfruttare per altri fini. In ogni caso, fanno sapere dal quartier generale di Siciliacque, con Ancipa e Fanaco quasi pieni, l'estate non dovrebbe riservare amare sorprese ai nisseni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati