La Germania concede l'estradizione al boss Emmanuello

La decisione della corte d'appello di Coblenza. Alessandro Emmanuello, 45 anni, è ritenuto l'autore dell'omicidio di Alfredo Campisi compiuto nel 1996

Sicilia, Archivio

GELA. La corte d'appello di Coblenza, in Germania, ha concesso l'estradizione del boss di cosa nostra di Gela, Alessandro Emmanuello, di 45 anni, anche per l'omicidio del niscemese Alfredo Campisi, compiuto nel novembre del 1996, in concorso con altri cinque complici (quattro dei quali divenuti collaboratori di giustizia), tutti arrestati nel luglio 2011 con l'operazione "Para Bellum".

Il provvedimento, richiesto dal gip del tribunale di Catania, in rogatoria internazionale, gli è stato notificato dalla squadra mobile di Caltanissetta, nella casa circondariale di Viterbo, dove l'imputato si trova detenuto in regime di carcere duro. Emmanuello, a suo tempo, fu arrestato in Germania per altri delitti, tra cui l'associazione mafiosa, e poi estradato in Italia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati