Mancato dragaggio del porto canale, protesta a Mazara

MAZARA DEL VALLO. «La situazione del porto canale è drammatica e non più sostenibile. Il mancato dragaggio del fiume si traduce in un danno economico incalcolabile per la marineria e tutto l'indotto». Lo dice Giamino Asaro, titolare del cantiere nautico da diporto Enea Yatcht Service, che insieme ad armatori, titolari di officine navali, distributori di carburanti e operatori della marineria e dell'indotto, ha parlato con il sindaco, Nicola Cristaldi, l'assessore ai Lavori Pubblici Duilio Pecorella, i vertici dell'Ufficio tecnico comunale ed i rappresentanti del'Iamc Cnr di Mazara, che è convenzionato con il Comune. Nella riunione il sindaco, condividendo appieno il malessere degli operatori, ha relazionato sui passi che il Comune sta compiendo, per quanto di propria competenza, affinchè possano presto partire gli interventi nel porto canale, confermando l'esistenza del finanziamento di oltre 2 milioni di euro, sufficienti a procedere ai lavori di dragaggio, di rimozione dei relativi fanghi e di restituzione del fiume alla sua vocazione di porto-canale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati