A Palermo nuovi sistemi per raccogliere energia solare

Cinque milioni di fondi europei per il nuovo progetto europeo che partirà da Palermo, per diffondersi in paesi della sponda sud ed est

PALERMO. Il solare a concentrazione è il cuore del nuovo progetto europeo che partirà da Palermo, per diffondersi in paesi della sponda sud ed est del nostro mare. Si tratta di 5 milioni di fondi europei assegnati nell'ambito del programma di cooperazione euromediterranea che vedrà lavorare in tandem il Consorzio Arca e altri 12 partner scientifici provenienti da Grecia, Francia Egitto e Cipro. I fondi stanziati serviranno a costruire, sperimentare e far funzionare, anche dal punto di vista dell’impatto sociale ed economico, impianti solari a concentrazione cosiddetti «poligenerativi», utili insomma per offrire servizi energetici integrati a piccole utenze (edifici pubblici, ma anche condomini, residence e piccole/medie imprese).

«Lo scopo è quello di utilizzare un gruppo di edifici pubblici come quelli delle residenze universitarie degli studenti o un palazzo istituzionale come palazzo d’Orleans e produrre tutta l’energia necessaria a circa 150 persone», spiega il direttore del consorzio Arca, Fabio Montagnino. Il cuore del progetto è l’utilizzo dell’energia solare catturata con i sistemi a concentrazione in possibile integrazione con sistemi di conversione e distribuzione dell’energia raccolta. Oltre alla produzione di energia elettrica, si potranno così produrre acqua ad alta temperatura da utilizzare per riscaldamento ma anche condizionamento e addirittura potabilizzare l’acqua. S. I.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati