Elezioni, Ingroia: "Giustizia in manette è il sogno di Berlusconi"

ROMA. Antonio Ingroia ammanettato per un'ora e mezza. È quanto avvenuto oggi negli studi di 'Un Giorno da Pecorà, il programma condotto da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro, i quali dopo il gesto delle manette compiuto dal Cavaliere nei confronti dell'ex magistrato, stamattina negli studi di La7, hanno ammanettato per davvero Ingroia. «Questo sarebbe il sogno della politica: mettere le manette alla giustizia. E qualche volta ci sono anche riusciti. È il sogno di Berlusconi, che di fatto qualche volta c'è riuscita a mettere le manette alla giustizia...». Ingroia commenta così il gesto di Berlusconi: «Forse potrebbe aver deciso di costituirsi, ma non credo. Non ha voglia di costituirsi nè di dire la verità. Non l'ha detta nemmeno quando ci siamo incontrati: ha detto di non aver mai parlato male di me». Che altro le ha detto? «Ci siamo scambiati apprezzamenti sul nostro essere rivoluzionari: lui dice di voler interpretare una rivoluzione liberale, mentre noi vogliamo la vera rivoluzione, quella civile». E quando lo interrogò, da Pm, a Palermo, cosa le disse Berlusconi? «Diceva di essersi sempre circondato di persone per bene, che non c'erano mai stati mafiosi nel suo entourage... Vittorio Mangano, Marcello Dell'Utri, Antonino Cinà...», ha ironizzato Ingroia a Radio2.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati