Palermo, 400 mila euro per progetti sulla disabilità

PALERMO. Ammontano a 400 mila euro le somme che il Comune di Palermo metterà a bando per progetti sulla disabilità, a cui potranno partecipare gli 8 centri socio-educativi, che operano in città. È quanto emerso nell'incontro tra l'assessore alle politiche sociali Agnese Ciulla e i componenti della Commissione consiliare Igiene e Sanità. L'incontro è stato anche l'occasione per affrontare il tema dell'emergenza abitativa a Palermo, dopo il crollo di due palazzine in via Bagolino, che ha provocato a dicembre scorso la morte di quattro persone. Sgomberi sono avvenuti in altre abitazioni nelle vie Mazzini e Maqueda, per motivi di sicurezza. «Abbiamo chiesto all'amministrazione - prosegue Scafidi - di capire se dal monitoraggio del patrimonio immobiliare e dei beni confiscati alla mafia e gestiti dal Comune c'è la possibilità di assegnare queste strutture a chi si trova in una condizione di emergenza socio economica. Si tratta di immobili da anni inutilizzati perchè non sono stati realizzati nemmeno lavori di manutenzione ordinaria». Per quanto riguarda i progetti sulla disabilità, «si tratta di somme residue della legge 328 - spiega il presidente della quarta Commissione Giusi Scafidi - che con l'azione 1 del piano di zona 2010-2012 sono state destinate a progetti mirati per persone con disabilità anche grave, e che si sono conclusi nel mese di ottobre». «Domani la Commissione - prosegue - incontrerà i responsabili dei centri per capire quali interventi avviare in attesa della pubblicazione del bando».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati