Fiducia Lo Monaco: "Salvezza alla nostra portata"

"Dobbiamo capitalizzare al massimo le dieci partite al Barbera, i giocatori importanti si spaventano a guardare la nostra classifica. Sorrentino? Ci stiamo lavorando", così l’amministratore delegato rosanero

PALERMO. La situazione si fa sempre più complicata per il Palermo che non riesce a fare punti. Anche ieri contro il Napoli, dopo un buon inizio, la squadra di Gasperini ha subito due gol in pochi minuti, per poi tracollare. Anche l'amministratore delegato Pietro Lo Monaco non riesce più a essere ottimista come prima. «Abbiamo sfiorato il gol in due circostanze, senza che il Napoli impensierisse in alcuna maniera Ujkani - ha detto - Poi il gol di Maggio, lasciato colpevolmente solo e l'eurogol di Inler hanno chiuso la partita. Non è comunque in partite come quella di ieri che si doveva pensare di fare punti importanti. Ora ci avviamo a fare un campionato con il cuore in gola, ogni partita è come se fosse l'ultima, già a partire da quella con la Lazio». «Il campionato ce lo giochiamo in casa - ha proseguito -, la salvezza è alla nostra portata e dobbiamo ottenerla con tutti i mezzi. Dobbiamo capitalizzare al massimo le dieci partite al Barbera. Qualcosa è stata fatta per potenziare l'organico faremo ancora altro prima della chiusura delle liste, per far sì che la squadra possa essere competitiva».    Il Palermo cerca una punta, ma le opzioni sono poche. «Chi ha gli attaccanti se li tiene stretti - ha aggiunto -. Anche i giocatori importanti trattati si spaventano a guardare la nostra posizione di classifica. Vogliamo comunque dotarci di qualche elemento, non demordiamo». Intanto, continua il pressing per Stefano Sorrentino. «L'offerta che ha fatto il Palermo è assolutamente irrinunciabile per il Chievo - ha concluso - Ci stiamo lavorando da matti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati