La Vastedda del Belice incontra le melanzane

Ricetta proposta da Giuseppe Bonsignore, chef del ristorante "L’oste e il Sacrestano" di Licata. Ecco il procedimento

Una ricetta in cui protagonista è un rarissimo formaggio di latte di pecora a pasta filata sicilia: la Vastedda del Belice Dop. La propone Giuseppe Bonsignore, chef del ristorante «L’oste e il Sacrestano» di Licata. Si tratta dei «Panini di melanzane e Vastedda».

Ecco il procedimento: affettare due melanzane, lasciando la buccia e grigliarle leggermente. Formare dei panini usando due fette di melanzane: adagiare una fetta su una teglia oleata, adagiarvi delle fettine di Vastedda del Belice, qualche acciuga sott’olio, della mortadella, una fogliolina di basilico, una spolverata di caciocavallo grattugiato ed una fettina sottilissima di aglio. Infine origano, sale e pepe. Coprire con un’altra fetta di melanzana. Infornare a 165° per venti minuti in forno già caldo. Una volta cotte, servire i panini di melanzana su salsa di pomodoro alla cipolla con petali di Vastedda o Caciocavallo. «Ho proposto questa ricetta – dichiara lo chef Bonsignore – perché mi ricorda quando da piccolo le faceva mia mamma ed il profumo inebriante dell’aglio e dell’acciuga si sentiva in mezzo alle scale al ritorno da scuola. Un consiglio: sono buonissime anche tiepide. Lasciatele intiepidire in un contenitore tutte insieme perché così rilasciano l’acqua di cottura».

G.B.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati