Gasparin blinda i gioielli etnei: “A gennaio non parte nessuno”

L’amministratore delegato del Catania mette a tacere le tante voci di mercato sui big rossazzurri e si concentra sul prossimo impegno con la Roma: “Faremo bene anche senza Lodi”, aggiunge

ROMA. «Non entro nel merito delle voci di club che possono volere i nostri big, tra cui Lodi, dico solo in via definitiva che a gennaio nessuno dei nostri giocatori migliori partirà. Nè Lodi, nè gli altri big». È quanto assicura l'amministratore delegato e direttore generale del Catania, Sergio Gasparin che, intervenendo ai microfoni dell'emittente capitolina Tele Radio Stereo, parla anche di arbitri e del prossimo impegno con la Roma.  «Non è stato per noi un girone di andata favorevole nel rapporto con gli arbitri - dice ancora il dirigente del Catania -. In casa con la Juventus, a Pescara e a Milano con l'Inter, abbiamo subito torti figli di errori di direttori di gara. Come stiamo? Sereni. Dicono sempre che alla fine i torti si compensano, speriamo che le cose vadano meglio». All'andata con la Roma però, viene fatto notare al d.g., il Catania segnò  un gol in fuorigioco. «Non vogliamo essere favoriti - replica Gasparin -. Vorremmo soltanto che a fine partita non si debba parlare di arbitri ma di calcio, che è la materia per la quale ci pagano». Quanto peserà domenica l'assenza di Lodi? «È uno dei giocatori più in vista, ma - spiega Gasparin - abbiamo costruito un Catania mantenendo come base un equilibrio che ci permette di fare calcio anche in assenza di elementi di spicco. Almiron centrale è una soluzione, ma saprà Maran cosa fare per una partita delicata».  Cosa pensa della Roma? «Che è figlia del suo allenatore per struttura di gioco. Verticalizzazioni, attacco di primissimo livello, la Roma è una grande squadra che va affrontata con la massima cautela».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati