Jogging, le scarpe più adatte? È questione di... gambe

PALERMO. Lo jogging, come altri tipi di esercizio aerobico, è un modo eccellente per migliorare l'apparato circolatorio, la resistenza fisica e la salute di cuore e polmoni. Insomma, è un vero e proprio elisir di lunga vita. Tuttavia, la scelta delle scarpe migliori per correre non è poi così semplice quanto si possa pensare. Sopratutto se si considera che la scelta della calzatura può influire sulle prestazioni e anche sugli eventuali dolori o infortuni che la pratica sportiva può comportare. «Sono diversi i parametri da prendere in considerazione per scegliere una scarpa da running», spiega Gigi Schiavo, responsabile vendite di un negozio sportivo a Palermo. Generalmente il primo fattore da considerare è l'arco plantare e l'asse delle gambe; il secondo parametro è in funzione del peso del corridore, in quanto condiziona la robustezza ed i materiali di costruzione della scarpa; in seguito si stabilisce il tipo di atleta e la sua velocità di allenamento, lo stato di forma fisica e l'età. Altri fattori sono i tipi di terreno su cui si è soliti correre e il sesso. Esistono sette principali categorie di scarpe da corsa, ma solitamente quelle più richieste sono le A3, per chi ha un appoggio regolare, e le A4 create appositamente per chi ha problemi come ad esempio quello dei «piedi piatti».


E.M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati