Sicilia, Qui Palermo

Aronica: "La maglia rosa, il tassello che mancava alla mia carriera"

Il difensore presentato oggi a Boccadifalco alla presenza del direttore Lo Monaco. "Da Palermitano, giocare nel Palermo mi dà ulteriori responsabilità e mi spinge a dare qualcosa in più"

PALERMO. Bagheria, Reggina, Crotone, Messina. Salvatore Aronica ha quasi sempre giocato al Sud, ma ha solamente sfiorato il Palermo, la squadra della sua città. Sembrava che i due destini non dovessero mai incrociarsi. Ma finalmente il momento è arrivato e Palermo sarà con ogni probabilità il posto dove terminerà anche la sua carriera (per lui cntratto fino al 2015), come ha sottolineato anche l'amministratore delegato rosanero, Pietro Lo Monaco, che oggi ha presentato il difensore a Boccadifalco. "Adesso sono molto felice a prescindere dal momento delicato della squadra. Credo in questo progetto, quindi nn ho paura. Per un palermitano è l'ultimo tassello della carriera che speravo di ottenere. Per me essere di questa città è una responsabilità in più, e mi spinge a dare qualcosa in più", ha detto Aronica, che ha spiegato anche come mai il suo arrivo sia stato posticipato di un anno. Anche lo scorso anno, di questi tempi, il su arrivo sembrava molto vicino. "Lo scorso anno era un periodo diverso e inoltre giocavo in pianta stabile col Napoli, facendo anche la Champions. Quest'anno il direttore Lo Monaco è stato anche più deciso nel volermi prendere".
E dopo aver lottato per traguardi importanti nelle ultime stagioni con la maglia del Napoli, il difensore, h indosserà lamagia numro 3, non ha paura di tuffarsi nelle sabbie mobili di chi lotta per la salvezza. In fin dei conti, come egli stesso ha sottolineato, la sua carriera è stata contraddistinta da esperienze in squadre costruite per salvarsi. "Il Palermo sta attraversando un periodo negativo, ma le è mancato un pizzico di fortuna. Ma la società a gennaio farà acquisti importanti per risalire la china. Ho sentito Brienza, Barreto e Donati, gente che ha giocato con me. Ma in fin dei conti so già cosa mi aspetta".
Aronica parla anche delle sue condizioni e del ruolo per cui è stato chiamato dal Palermo. "Le mie condizioni sono buone, mi sono sempre allenato, quindi sono già pronto per scendere in campo. Ma non penso alla partita del San Paolo, perché prima c'è quella col Parma. Il Palermo mi ha chiamato per fare il difensore centrale nella difesa a tre. Se dovessi essere chiamato a fare l'esterno di centrocampo, non mi tirerei indietro, ma sono stato chiamato per fare il difensore".
Inevitabile parlare del Napoli, la squadra che certamente gli ha fatto togliere le soddisfazioni maggiori. "Io ringrazio il Napoli per avere fatto parte per cinque anni di questa squadra e di aver raggiunto traguardi importanti come la Champions e la vittoria in Coppa Italia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati