Da Palermo a Gela, controlli sulla filiera ittica: il 60 % dei ristoranti non è in regola

La guardia costiera ha effettuato controlli anche a Trapani, Mazara del Vallo e Porto Empedocle. E' emerso che il 70% negozi di surgelati non in regola su etichettatura prodotti ittici, 60 % pescherie non in regola su etichette e tracciabilità pesce

PALERMO. Sessanta per cento dei ristoranti non in regola con norme su tracciabilità prodotti ittici, 70% negozi di surgelati non in regola su etichettatura prodotti ittici, 60 % pescherie non in regola su etichette e tracciabilità pesce. Sono alcuni dei dati che emrgono dall'operazione della guardia costiera «Mekong» dei nuclei ispettivi pesca della Guardia Costiera di Palermo, Trapani, Mazara del Vallo, Porto Empedocle e Gela, per appurare il rispetto delle norme sulla filiera ittica. Sono stati controllati 57 venditori ambulanti, 81 pescherie, 80 ristoranti, 25 supermarket, 13 grossisti. Controlli sono stati fatti anche a Monreale, Altofonte, Montelepre, Partinico, San Giuseppe Jato, Piana degli Albanesi, Misilmeri, Bolognetta, Marineo, Belmonte Mezzagno, Borgetto, Corleone nei confronti dei mercatini rionali, pescherie ed ambulanti su strada, L'80 % delle pescherie non era in regola con le norme su etichettatura e tracciabilità. Inoltre sono stati denunciati alla Procura 8 ambulanti che effettuavano vendita su strada di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione ed esposto allo smog.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati