Lo Bello: il Sud punti sull'export per risorgere dalla crisi

Il vice presidente di Unioncamere e anche presidente per l'Education di Confindustria: il Mezzogiorno paga la fine dell'assistenzialismo, causa dei problemi che ora viviamo

ROMA. Il Sud paga "la fine dell'assistenzialismo", del sistema economico "fondato sui fondi pubblici" che è "la causa dei problemi che ora viviamo". Lo afferma in una intervista al Mattino Ivanhoe Lo Bello, vice presidente di Unioncamere e anche presidente  per l'Education di Confindustria dopo i dati allarmanti diffusi ieri sul Mezzogiorno, sottolineando che "ora il Sud può rinascere se punta sull'export", unico che registra dati positivi.    "E' con il rilancio del Sud -sottolinea anche il vicepresidente di Confindustria per il Mezzogiorno Alessandro Laterza in una intervista al Sole 24 Ore - che l'Italia può uscire dalla crisi. Bisogna tornare a investire, pubblico e privato". E dopo la riprogrammazione ora "i fondi Ue devono essere messi in opera". Ed è positivo, come ha fatto finora il ministro Barca, "agire sui fattori di contesto, sicurezza, istruzione, giustizia, legalità. Ma vanno uniti a scelte di politica economica puntando su imprese e lavoro"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati