Motivi elettorali, Grasso chiede aspettativa al Csm

Il Procuratore nazionale antimafia ha intenzione di candidarsi alle prossime elezioni. La domanda verrà ratificata dal plenum alla riapertura dei lavori dopo la pausa delle festività. Palazzo dei Marescialli riprende l'attività dopo l'Epifania

ROMA. Il Procuratore nazionale antimafia Piero Grasso ha intenzione di candidarsi alle prossime elezioni e ha presentato al Csm la richiesta di aspettativa elettorale che verrà ratificata dal plenum alla riapertura dei lavori dopo la pausa delle festività. Palazzo dei Marescialli riprende l'attività dopo l'Epifania.


PLENUM STRAORDINARIO IL SETTE GENNAIO. Un plenum straordinario del Csm è stato fissato per lunedì sette gennaio - prima data utile dopo la pausa per le festività natalizie - e la seduta ratificherà le domande di aspettativa per motivi elettorali presentate dai magistrati in servizio tra le quali quella inoltrata dal Procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Le domande non sono soggette a valutazione ma possono solo essere accettate da Palazzo dei Marescialli, come è avvenuto nel caso di quella avanzata da Antonio Ingroia.


SI CANDIDA CON IL PD. Il procuratore antimafia Pietro Grasso si candida con il Pd. Domani la decisione del procuratore nazionale antimafia sarà formalizzata nel corso di una conferenza stampa alla quale interverrà anche Pierluigi Bersani alle 11.30 a Roma nella sede del partito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati