Abusi sessuali su una prostituta Ambulante è sotto accusa

Oltre che di violenza sessuale sarà chiamato a difendersi pure dalle accuse di violenza privata ed ingiurie

CALTANISSETTA. Ci sarebbe stata una «cimice» a spiare un ambulante accusato di avere abusato di una squillo. Una microspia che avrebbe raccolto intercettazioni ambientali che saranno vagliate da un esperto fonico su un incarico del tribunale (presieduto da Antonio Napoli). Lo stesso che sarà chiamato a giudicare il commerciante quarantacinquenne Francesco F. (assistito dall'avvocato Maria Francesca Assennato) chiamato a rispondere di un ventaglio d’imputazioni. Oltre che di violenza sessuale, infatti, sarà chiamato a difendersi pure dalle accuse di violenza privata ed ingiurie. Tutti reati che si sarebbero consumati ai danni di una prostituta, T.L., che avrebbe scelto di non costituirsi. In una circostanza, secondo la tesi accusatoria, l’uomo si sarebbe pure presentato in casa della donna, con la quale avrebbe avuto in qualche modo una relazione, stringendo tra le mani una bottiglia di benzina e minacciando di dar fuoco a lei ed alla sua casa.  VI.F.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati