Sicilia, Archivio

Raccolta rifiuti a San Cataldo, Mazza: «Avanti con la differenziata»

Il servizio riparte dopo la pausa natalizia: «Vogliamo ampliarlo coprendo tutti e 300 i negozi e le imprese»

SAN CATALDO. La raccolta dei rifiuti porta a porta dopo il periodo di "rodaggio" effettuato nei confronti di 50 utenze commerciali, si estenderà a tutti i negozi ed aziende presenti sul territorio sancataldese. La ripresa del servizio dopo lo stop forzato causato dallo sciopero degli operatori della «GoAgriturismo», riprenderà subito dopo la pausa delle festività natalizie. Nel frattempo l'assessore all'Ambiente Giuseppe Mazza, ha inoltrato la richiesta all'Ato Ambiente Cl1, dei fusti da 200 litri per la raccolta del vetro, che verranno forniti a tutti commercianti. La parola d'ordine è proseguire la raccolta ad ogni costo, e su questo versante l'assessore Mazza vuole fare diventare indipendente la raccolta porta a porta, dal normale servizio di pulizia della città. Infatti creerà una task force formata da cinque unità che fanno parte della società d'ambito territoriale, forniti di mezzi per la raccolta, le quali dopo un periodo di affiancamento agli operatori della «GeoAgriturismo», potranno dedicarsi esclusivamente alla differenziata indipendentemente dalla proclamazione di nuovi scioperi effettuati dalla cooperativa che attualmente gestisce il servizio. «Non possiamo permetterci il "lusso" di fermarci con la raccolta differenziata - dichiara Mazza - che solo in un giorno ha prodotto circa 180 chilogrammi di vetro perfettamente riciclabile. Dopo l'avvio incoraggiante delle prima 50 attività commerciali adesso vogliamo ampliare il servizio coprendo tutti e 300 i negozi e le imprese presenti sul territorio sancataldese. Si tratta di un lavoro duro e costante che verrà coperto dai cinque operatori in comando All'Ato che avranno anche a disposizione dei mezzi speciali per la raccolta di carta, vetro ed alluminio. Da ieri noi abbiamo aderito all'Srr, di Serradifalco, sganciandoci da Caltanissetta - prosegue l'amministratore - pretendo che il servizio venga svolto al meglio per poi allargarlo anche alle famiglie sancataldesi. Il nostro obiettivo principale è quello di trasformare i rifiuti da problema in risorsa, così i cittadini avranno un ambiente più pulito e pagheranno bollette della Tarsu, meno care, visto che sono previste delle premialità per i più virtuosi. Il futuro dei nostri figli è nelle nostre mani, dobbiamo impegnarci tutti per consegnare loro una città virtuosa e soprattutto decorosa. Questo importante servizio deve proseguire nonostante le varie proteste che in questi giorni sono arrivate dagli operatori della "Geoagritutismo" - conclude l'assessore - procederemo con o senza di loro. Il bene dell'intera comunità è superiore ad ogni bisogno personale degli operatori della cooparativa».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati