Documentario su Alberto Sordi, Verdone sul set

Enlarge Dislarge
1 / 6
CarloVerdone gesticola, mima Ferdinando Mericoni (Alberto Sordi)detto Nando che s’acquatta al portone e finge di avere unapistola fumante e invece è la sua mano. La mattina è gelida,ma in cielo non c’è una nuvola e il Portico d’Ottavia con ilteatro Marcello da una parte, il ghetto e il portone di S.Angelo in Pescheria dall’altro è una delizia. Verdone raccontaAlberto Sordi: con il fratello Luca, che fa la regia deldocumentario, ricorda gli aneddoti del cinema di Albertone neiluoghi in cui si è fatto.
CarloVerdone gesticola, mima  Ferdinando Mericoni (Alberto Sordi)detto Nando che s’acquatta al portone e finge di avere unapistola fumante e invece è la sua mano. La mattina è gelida,ma in cielo non c’è una nuvola e il Portico d’Ottavia con ilteatro Marcello da una parte, il ghetto e il portone di S.Angelo in Pescheria dall’altro è una delizia. Verdone raccontaAlberto Sordi: con il fratello Luca, che fa la regia deldocumentario, ricorda gli aneddoti del cinema di Albertone neiluoghi in cui si è fatto.