San Cataldo, in azione la spazzatrice

Gli operatori della cooperativa «GeoAgriturismo», hanno cominciato ieri, dopo aver ricevuto sia dall'amministrazione che da dall'Ato Ambiente Cl1, rassicurazioni in merito allo stipendio di novembre che dovrebbe essere pagato entro dicembre

SAN CATALDO. Gli operatori della cooperativa «GeoAgriturismo», hanno cominciato ieri mattina a spazzare le strade sancataldesi, dopo aver ricevuto sia dall'amministrazione che da dall'Ato Ambiente Cl1, rassicurazioni in merito allo stipendio di novembre che dovrebbe essere pagato entro dicembre. Inoltre, l'amministrazione, in vista della scadenza del bando da parte della cooperativa che dovrebbe avvenire a gennaio, ha fornito ampie rassicurazioni agli operai sancataldesi.

Domani entrerà in funzione la spazzatrice automatica e la città dovrebbe tornare al suo originario decoro. Riprenderà anche la raccolta differenziata sospesa da una settimana a causa dello sciopero «selvaggio», proclamato dagli operatori ecologici. Già domani verranno forniti i fustoni da duecento litri, richiesti da numerosi esercizi commerciali, per la raccolta del vetro. Adesso la parola d'ordine dell'amministrazione è ritornare al lavoro, visto che l'Ato Ambiente Cl1 in questi giorni, avrebbe versato altri 50 mila euro in favore del pagamento degli stipendi degli operai. Domani mattina l'assessore all'Ambiente Giuseppe Mazza, incontrerà gli operatori per esortarli a ripulire in fretta la città, visto che ormai i problemi di natura economica sono stati superati.
«Ormai non ci sono più scuse - dichiara l'assessore Mazza - il futuro lavorativo degli operai della "GeoAgriturismo" dipende solo dalla loro volontà di lavorare, per mantenere pulita la città. L'amministrazione comunale per volontà del sindaco Franco Raimondi, ha dato fondo alle poche risorse delle casse comunali, per anticipare gli stipendi agli operatori. Anche l'Ato Ambiente Cl1, attraverso il commissario straordinario, Elisa Ingala, è andato incontro alle esigenze dei lavoratori. Adesso bisogna ripulire a fondo San Cataldo, offesa da una settimana di immondizie abbandonate per le strade. Dovremo riprendere da capo la raccolta differenziata, durante la quale solo nel primo giorni avevamo raccolto circa 180 chili di vetro. È importantissimo proseguire nell'amministrazione virtuosa dei rifiuti, perchè il futuro del nostro territorio e la salvaguardia dell'ambiente dipendono dalle nostre scelte. Bisogna andare avanti su questa strada, se si vuole fare diventare i rifiuti una risorsa invece che un problema. Inoltra bisogna rispettare i cittadini i quali pagano le bollette dei rifiuti e in cambio ricevono un servizio scadente. Non vogliamo sentire più ragioni - conclude l'amministratore - bisogna operare se si vuole mantenere il posto di lavoro».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati