Palermo, quanti errori: Di Natale distrugge l'illusione dei rosa

Brucia quasi quanto una sconfitta il pareggio degli uomini di Gasperini contro l'Udinese. Ilicic segna la rete del vantaggio e gli viene pure negato un rigore netto. Bianconeri in 10 e rosanero che buttano al vento troppe occasioni. Ujkani e Munoz fanno la frittata al 90' e il numero 10 friulano ne approfitta per pareggiare

UDINE. Illusione Palermo. In vantaggio fin quasi allo scadere, i rosanero si fanno riagguantare dal solito Di Natale, che tiene a galla la sua Udinese.  Dopo una lunga fase di studio tra le due squadre, il Palermo apre le marcature al 34’ del primo tempo con un sinistro dal limite di Ilicic. La palla rimbalza proprio davanti a Brkic ed entra in rete, con non poche responsabilità del portiere dell’Udinese. L’attaccante sloveno del Palermo sfiora il raddoppio poco dopo. Questa volta la sua conclusione viene deviata. Ilicic si scatena. Al 38’ Danilo è costretto a fermarlo in area con le cattive. Il rigore è netto, ma Peruzzo ammonisce Ilicic per simulazione.  Guidolin si accorge del momento di difficolt dei suoi e si gioca la carta Muriel. L’attaccante colombiano, praticamente alla prima apparizione in bianconero, entra a rilevare Badu, che aveva convinto poco a centrocampo, e si piazza alle spalle di Di Natale.  In avvio di ripresa anche Gasperini cambia qualcosa. Fuori Miccoli. Resta Dyabala l’unica punta. L’Udinese riparte più convinta e spinge alla ricerca del gol del pareggio. Uno, al 5’ viene annullato per fuorigioco a Domizzi su un tiro di Pasquale che Ujkani aveva deviato sul palo. Un altro lo spreca Pinzi, lanciato a rete da Muriel che fa subito vedere tutte le sue qualità Il centrocampista calcia addosso al portiere rosanero.  La strada si complica, per l’Udinese, al quarto d’ora, quando Peruzzo, che ha ormai perso le redini della direzione di gara, dopo aver commesso troppi errori di valutazione, da una parte e dall’altra, estrae il secondo cartellino giallo a Heurtaux. L’arbitro punisce in modo forse eccessivamente fiscale l’entrata su Garcia. Il difensore francese è costretto a lasciare il campo prima del tempo. Il Palermo si chiude in difesa e bada al sodo. L’Udinese in dieci fatica a rendersi davvero pericolosa in avanti. Il Palermo si affida a Ilicic, l’unico a mostrare qualcosa in più. E’ lui a sfiorare il raddoppio per i rosanero, al 36’. Questa volta Brkic si riscatta e chiude la propria porta, prima di inanellare, una dietro l’altra, una serie di parate decisive su Brienza, Rios e Pisano. Merito doppio, visto che la difesa non lo aiuta molto. Specie Domizzi. La sua prestazione non è impeccabile. Lodevole, invece, il gesto compiuto dal difensore prima dell’inizio della partita, quando è andato sotto la curva Nord a consegnare una maglia particolare, su cui ha fatto scrivere “Per Lisa, oggi una stella”, dedicato alla giovane mamma di 22 anni, Lisa Puzzoli, tifosa bianconera, uccisa a  Basiliano dall’ex fidanzato.  L’Udinese evita la sconfitta in extremis, grazie al solito Di Natale che, allo scadere del tempo regolamentare, mette in rete, dopo la respinta di Ujkani sul destro di Muriel.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati