Commercio in Sicilia, stop al divieto di promozioni prima di saldi

I negozianti potranno sbizzarrirsi in offerte e pubblicità a tappeto per catturare la clientela e aumentare il fatturato. E potranno farlo senza l'obbligo di comunicazione ai Comuni di riferimento, da inviare dieci giorni prima l’iniziativa

PALERMO. Dal tre per due agli sconti su determinati capi, in Sicilia arriva il via libera alle vendite promozionali nei periodi antecedenti i saldi. Un po’ come succede in tutti i supermercati, i negozianti potranno sbizzarrirsi in offerte e pubblicità a tappeto per catturare la clientela e aumentare il fatturato. E potranno farlo - altra novità di rilievo - senza l'obbligo di comunicazione ai Comuni di riferimento, da inviare dieci giorni prima l’iniziativa.
Il provvedimento. Il tema era stato sollevato nella trasmissione radiofonica Ditelo a Rgs. L’assessore regionale alle Attività produttive, Linda Vancheri, ha sposato la proposta di Confcommercio e delle altre associazioni di categoria, da Confesercenti a Cidec e auspicata da Federconsumatori. Di fatto, per il via libera serve «un provvedimento straordinario, un decreto che - assicura Vancheri - arriverà la prossima settimana. Si tratta solo di una sperimentazione relativa al mese di dicembre - aggiunge l’assessore - da gennaio aprirò un tavolo di lavoro per portare modifiche organiche al settore. In un periodo di crisi come questo la legge non può diventare un ulteriore ostacolo per gli esercenti».
Un servizio sul Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati