Coppa Italia, Juve avanti nel segno del 12

Giovinco (numero 12) nella sera del 12-12-12 segna al 12’ del secondo tempo il dodicesimo gol in maglia bianconera. Cagliari ko

TORINO. Il 12-12-12 il numero 12 Giovinco segna al 12’ del secondo tempo il dodicesimo gol in maglia bianconera ed è così che la Juve vola nei quarti di Coppa Italia. Il Cagliari imbottito di riserve e Primavera cede alla Juve 2, dimostrando scarso interesse per la competizione.   

I bianconeri, invece, anche troppo, perchè hanno perso in un solo tempo Giaccherini (nel riscaldamento, Vidal e Bendtner). Conte, applauditissimo al suo ritorno allo Stadium dopo la squalifica, nell'intervallo ha fatto gli scongiuri, perchè poteva finire anche peggio, nella gelida serata torinese, quanto a infortuni. Vidal è entrato al posto di Giaccherini (non doveva giocare, quindi non ha forzato più di tanto il riscaldamento, ma dopo un quarto d'ora scarso si è raggomitolato per terra toccandosi il ginocchio. Fuori anche lui e dentro un altro «freddo», Asamoah, che non doveva giocare e che per fortuna della Juventus reggerà benissimo fino al termine. Ma non è finita: Bendtner, che era piaciuto assai, in chiusura di tempo si produce un probabile stiramento a un adduttore ed entra, sempre freddo e al freddo, Matri.     

Giovinco sugli scudi: è cresciuto e questo sembra il suo momento migliore: è entrato in tutte le azioni bianconere, si è spostato di fronte, ha concluso fuori di poco all'inizio, poi si èandato a cercare il gol con caparbietà su un bel lavoro insistito di Padoin. Oltre a ciò, ha sfoderato tre ottime punizioni, cross invitanti e aperture intelligenti. Conte gongola perchè ci ha sempre creduto. Come al solito la Juve, anche quella B, ha confezionato parecchie (7) palle gol nitide, contro una sola conclusione, di Dessena dal limite, deviata da Buffon, per il Cagliari. Nessun dubbio sulla vittoria bianconera e qualche buona notizia dalla retrovie panchinare juventine: bene Padoin, bene Marrone, bene Pogba come vice Pirlo. Male invece Isla: il cileno proprio non riesce a trovare la forma migliore, quella di Udine, che lo aveva segnalato come uno dei migliori esterni del campionato. Infermeria piena per la Juve: da verificare le condizioni di Vidal, Giaccherini, Bendtner, Lucio (non convocato), Pepe. Domenica Bonucci è squalificato e Marrone sembra comunque la sua fotocopia. I big hanno riposato e poco ci è mancato che non entrasse Pirlo, ma ci ha pensato Giovinco, sbloccando il risultato, a lascare riposare il regista preziosissimo.     

Il Cagliari ha messo in campo la volontà che si impiega per un ottimo allenamento: dopo la sconfitta interna con il Chievo, Pulga non se l'è sentita di andare a sfidare la Juventus nel suo stadio con la formazione titolare, perchè domenica ha una partita delicatissima a Parma. Tutto è comprensibile nel calcio business di oggi, ma certo è che così la Coppa Italia acquista interesse solo dai quarti in avanti, dove appunto la Juventus sfiderà in casa l'avversario, che potrebbe essere il Milan se domani batte la Reggina. Sarebbe una ennesima replica della grande sfida che non finisce mai.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati