Sicilia, Tempo libero

Quando il tessuto è prezioso: ecco i gioielli in pizzo e merletti

In alcuni casi gli oggetti vengono arricchiti grazie all’ausilio di decorazioni in cristallo, perlina, pietra e innesti di metallo

PALERMO. Ai siciliani, è noto, la crisi aguzza l'ingegno. E se i migliori piatti della tradizione isolana sono frutto di rielaborazioni al risparmio di costose pietanze del nord o dei banchetti dei signori, anche in tema di monili, il buon gusto e la fantasia dell'Isola hanno dato vita ad una moda originale che al posto dell'oro e dell'argento usa il tessuto, sapientemente trasformato in pizzi e merletti, in oggetti che rifulgono di luce al pari di un gioiello e rendono nuovo e prezioso l'abito che decorano. Il richiamo alla memoria è fortissimo, l'immagine stessa delle donne al tombolo o al telaio, riporta a secoli passati in cui neppure l'energia elettrica era stata inventata. Eppure la stessa immagine, oggi, si coniuga con sfilate di moda immortalate da flash e telecamere digitali ed eventi mondani raccontati sulle pagine di Fb o nei blog.

Orecchini, bracciali, spille, collane e persino anelli fanno rivivere i pizzi ed i merletti come accessori gioiello insieme a cristalli, perline, pietre preziose e innesti di metallo. Lo sa bene Marilita Borgese, palermitana, che ha trovato l'origine della sua nuova passione in un baule della nonna, riposto in cantina, dove questi tesori della manualità erano stati sapientemente accumulati e conservati.

«Curiosando fra le vecchie cose di famiglia, trovai una scatola delle meraviglie da dove saltarono fuori centrini, bottoni e passamanerie, nastri colorati, ricami all'uncinetto e guarnizioni in macramè. È nata così l'idea di rivitalizzare quegli oggetti, preziosi tesori di un'epoca lontana e di una profonda e ricca Sicilia. Modificandoli con fini esecuzioni, perfino i merletti recuperati dai centrini d'epoca diventano intagli scultorei, come le lavorazioni al chiacchierino e al macramè capaci di accarezzare il passato e proiettarlo nel presente». Un'altra palermitana che tra hobby e arte è presente nei colli e nei risvolti delle giacche di tante signore è l'architetto Paola Parrinello che da nove mesi ha sposato il progetto del "gioiello in pizzo". Nata come collezione personale è diventata una linea, conosciuta col nome di "P&P Design di Paola Parrinello", presentata già nelle fiere nazionali del settore. «È ispirata - spiega - alla tradizione siciliana del ricamo e propone articoli in cui merletti, pietre, colori e forme si intrecciano al fashion design donando al gioiello una raffinatezza esclusiva. È proposto e apprezzato nelle gioiellerie, nei negozi moda e anche nelle gallerie d'arte».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati