Si rinnova la Toyota Auris puntando sulla versione ibrida

Arriverà a gennaio la seconda generazione della Toyota Auris, con importanti modifiche sul piano estetico e aggiornamenti nella meccanica, ma principalmente puntando  sulla versione Hybrid, destinata - secondo la casa giapponese - a rappresentare almeno il 15% delle preferenze nell’ambito della gamma e ben il 50% in Italia.
Progettata per il mercato europeo, dove il segmento C é particolarmente importante (prevista anche la versione station wagon), ottimizza l’altezza ridotta e l’abbassamento del baricentro, mantenendo una linea elegante e più filante del passato. Con 4,27 m. di lunghezza e leggermente più bassa della precedente, mantiene l’identico passo di 2,60 m. ed é più leggera senza compromettere lo spazio a disposizione dei passeggeri.
Il frontale presenta un’ ampia griglia inferiore dalla forma trapezoidale inserita all’interno del paraurti anteriore e una griglia superiore più piccola ai cui lati risaltano le luci a led, mentre i cerchi in lega color grafite sono da 17”. L’abitacolo è caratterizzato da strumentazione (nella ibrida il quadro strumenti ha un monitor di supporto alla guida Eco), controlli e tappezzeria abbastanza ben rifiniti.
L’Auris Hybrid ripropone lo schema tecnico della Prius, che accoppia un motore a benzina 1.800 ad un elettrico per una potenza complessiva di 136 cv., limitando le emissioni a 87 g/km di CO2 e il consumo medio a circa 26 km/l. Per le motorizzazioni tradizionali migliorata l’efficienza  dei quattro cilindri a benzina 1.300 da 100 cv. e 1.600 da 125 cv. e dei diesel 1.400 da 90 cv. e 2.000 da 125 cv.
Proprio per valorizzare il modello Hybrid, Toyota la presenta con prezzi competitivi, giocando, fra l’altro, la carta dell’esclusività dell’ibrido nel suo segmento: il modello base a doppia motorizzazione verrà offerto a 17.900 euro al lancio, prezzo valido per i primi tre mesi del 2013, comprensivo degli incentivi statali e della casa. Il listino dell’Auris 5 porte, comprende undici versioni, quattro benzina (1.3, 1.3 Active, 1.6 Active e 1.6 Lounge, da 18.800 a 22.000 euro), quattro diesel (1.4 D-D4, 1.4 D-4D Active, 1.4 D-4D Lounge e 2.0 D-4D Lounge, da 20.500 a 25.700 euro) e tre Hybrid (Active, Active+ e Lounge, da 22.600 a 24.900 euro, ma queste ultime proposte con l’interessante sconto di lancio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati