Maran: "Massimo impegno in Coppa Italia"

Gli etnei attesi domani pomeriggio a Parma per gli ottavi di finale. L'allenatore: "Il campionato resta prioritario, ma questo torneo può darci prestigio"

CATANIA.  Avanti a tappe forzate. Non c'è tempo per tirare il fiato e neppure per godersi la prima vittoria esterna in campionato. Il Catania, rilanciatosi domenica con il successo in trasferta a Siena, torna in campo domani pomeriggio per sfidare a domicilio il Parma negli ottavi di finale di Coppa Italia.     
«Il campionato resta prioritario - sottolinea il tecnico rossazzurro Rolando Maran - ma andare avanti in Coppa Italia potrebbe regalarci prestigio e grandi soddisfazioni, quindi ci impegneremo al massimo per provare a superare il turno. Arrivare a questa sfida con il morale alto è importante e ci aiuta a preparare meglio l'incontro».     
Nonostante il turnover, peraltro non radicale, in vista, Maran chiede ai suoi di rimanere fedeli alle proprie caratteristiche: «La compattezza deve essere il nostro marchio di fabbrica e la partita di Parma non può fare eccezione. Se riusciremo a conservare l'identità abituale potremo fare bene, altrimenti sarà dura. Cosa significa la vittoria casalinga ottenuta in campionato contro gli emiliani? Nulla, ogni incontro ha una storia a sè».    
 Al termine della seduta di rifinitura, svolta questa mattina a porte chiuse a Torre del Grifo, Maran ha convocato 21 elementi lasciando a casa solo gli acciaccati o infortunati (Rolin, Spolli, Izco, Biagianti, Ricchiuti e Sciacca). Tornano in gruppo Potenza e Keko. Diverse le novità di formazione. In porta giocherà Frison, in difesa spazio a Bellusci e Capuano, a centrocampo potrebbe venire confermato Almiron (indisponibile domenica in campionato perché squalificato) mentre in avanti Doukara e Morimoto sgomitano per una maglia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati