Mafia, processo a Lombardo: depositato verbale di un nuovo pentito

Si tratta di Paolo Mirabile, fratello di Giuseppe, che da poco ha deciso di collaborare con la giustizia. La procura ha motivato il deposito del verbale sostenendo che vi sarebbe descritto un episodio utile per l'interrogatorio di Giuseppe Mirabile. L'udienza poi è stata rinviata all'8 gennaio

CATANIA. È cominciata nel palazzo di Giustizia di Catania la terza udienza del processo per concorso esterno in associazione mafiosa all'ex presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo. È presente l'ex governatore della Sicilia. Durante l'udienza del procedimento, che si svolge con il rito abbreviato e condizionato davanti al Gup di Catania Marina Rizza, il difensore dell'imprenditore Vincenzo Basilotta, che avrebbe dovuto essere sentito in qualità di imputato di reato connesso, ha detto che il suo assistito intende avvalersi della facoltà di non rispondere. È seguita l'audizione in videoconferenza del pentito Giuseppe Mirabile, anch'egli imputato di reato connesso.

 Il gup Marina Rizza ha sospeso l'udienza perchè la procura ha depositato il verbale della deposizione di un nuovo pentito. Si tratta di Paolo Mirabile, fratello di Giuseppe, che da poco ha deciso di collaborare con la giustizia. La procura ha motivato il deposito del verbale sostenendo che vi sarebbe descritto un episodio utile per l'interrogatorio di Giuseppe Mirabile. La difesa di Lombardo ha ottenuto una sospensione di mezz'ora dell'udienza.

UDIENZA RINVIATA ALL'8 GENNAIO. L'udienza del processo, che si svolge con il rito abbreviato a Catania, all'ex presidente della Regione Raffaele Lombardo accusato di concorso esterno in associaizone mafiosa, è stata rinviata all' 8 gennaio 2013 alle 10 nell'aula bunker del carcere di Bicocca. Il rinvio è dovuto a problemi tecnici che non hanno permesso di ascoltare la deposizione in videoconfenza del pentito Giuseppe Mirabile.


I LEGALI DI LOMBARDO: ANALIZZEREMO IL VERBALE. «Analizzeremo con calma questo verbale del nuovo pentito, Paolo Mirabile, depositato oggi. Lo guarderemo, lo esamineremo e poi prenderemo una decisione. Non credo comunque che l'episodio di cui parla la Procura sia molto rilevante». Lo ha affermato il legale di Raffaele Lombardo, Guido Ziccone, al termine dell'udienza.    «Giuseppe Mirabile - ha aggiunto Ziccone - ha detto secondo noi già cose molto poco rilevanti, forse di nessuna rilevanza. Volevamo però capire meglio qualche punto. Ha fatto dichiarazioni de relato e molto poco precise, abbastanza generiche e quindi secondo noi di nessun valore». «E tuttavia, poichè rileviamo che sia giusto avere una migliore conoscenza possibile di tutti gli elementi - ha aggiunto il legale - abbiamo chiesto di sentirlo perchè, essendo stato indicato dall'accusa come teste di accusa noi vogliamo capire che cosa c'è per considerarlo oppure no veramente un teste d'accusa. Non siamo convinti dell'importanza di questa testimonianza per la difesa di Lombardo, non crediamo che sia cambiata la situazione rispetto a quella originaria». «Secondo noi - ha proseguito Ziccone - ancora non ci sono elementi che ci fanno pensare a un cambiamento di situazione ma tuttavia riteniamo nostro dovere avere il maggior numero possibile di elementi che precisino le circostanze su cui si svolgerà la discussione». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati