Anche Fido può prendersi un brutto raffreddore

Anche i nostri animali domestici, soprattutto i cani, durante il periodo invernale possono risentire di qualche disturbo alla salute

PALERMO. L’inverno è ormai arrivato e con esso i malanni di stagione. Anche i nostri animali domestici, soprattutto i cani, durante il periodo invernale possono risentire di qualche disturbo alla salute. «Certo per i cani - chiarisce il dottore Giuseppe Cannizzaro, direttore sanitario dell’ospedale veterinario Città di Palermo - non si può parlare di influenze stagionali, come per l’uomo. Perché le influenze dei cani sono di origine virale e non sono legate alla stagionalità». Attenzione, però, agli sbalzi di temperatura e ai «colpi» di freddo. «Ciò di cui possono ammalarsi, i cani soprattutto, sono le patologie da raffreddamento - continua il dottor Cannizzaro -. Le più diffuse la tracheite e altre infiammazioni alle alte vie respiratorie». A causare raffreddori, mal di gola e tosse ai nostri cuccioli non è tanto il freddo in sé, quanto gli sbalzi di temperatura caldo-freddo cui in inverno sono sottoposti. «Un consiglio per ovviare e ed evitare i sintomi da raffreddamento è l’uso di impermeabili o mantelline oppure di un passaggio graduale dal caldo al freddo». Come? Per esempio abituando il cane a scendere per le scale così da abituarsi gradualmente ad una temperatura più bassa. «Per curare la tracheite bastano dei semplici antinfiammatori per circa 5 giorni oppure antibiotici se i sintomi non passano. In quei giorni attenzione anche al collare troppo stretto».  A.S

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati