Scuole saccheggiate a Paternò

I malviventi agiscono indisturbati.Anche per l’assenza di sistemi d’allarme più volte invocati dai dirigenti cittadini

PARERNO'. Ormai è diventata una vera e propria guerra. Le scuole di Paternò da 15 giorni a questa parte sono costantemente sotto attacco da parte di ladri ma anche di vandali, i quali stanno razziando impunemente gli istituti cittadini, ancora privi di un adeguato sistema d'allarme. Le uniche scuole fino adesso risparmiate sono il secondo circolo didattico di via Vulcano e il terzo di via Pietro Lupo.

Tra non molto i due edifici scolastici, se non si dovesse intervenire in modo opportuno, potrebbero essere passati a setaccio da ladri e vandali. Ultimo raid in ordine di tempo è stato perpetrato ai danni del IV circolo didattico «Michelangelo Virgillito» di Viale Kennedy e dell'istituto comprensivo «Don Milani» di Piazza Civiltà del lavoro.

I danni maggiori sono da rilevare all'interno del IV circolo didattico. Ignoti approfittando del fatto che la scuola è rimasta chiusa per 48 ore in occasione delle festivi patronali, hanno agito del tutto indisturbati; entrati da un infisso dell'edificio posto a piano terra ed eludendo anche un arcaico sistema d'allarme, i ladri hanno rubato 13 computer su 18 presenti nella scuola, utilizzati per le lavagne interattive, le cosiddette Lem. I ladri hanno forzato le piccole custodie dove erano contenuti i computers,acquistati dalla scuola grazie a fondi europei. Non contenti di ciò i ladri, hanno scassato, portando via i soldi, le macchinette distribuisce bevande e caffè.

Da segnalare anche un fatto singolare, i ladri forse stanchi del lavoro fino a quel momento svolto, hanno avuto il tempo di sorseggiare qualche bevanda, lasciando la lattina vuota sulle «casseforti» dove sono custoditi i computer. Il valore della refurtiva ammonterebbe a oltre 5 mila euro. Altro furto e atti vandalici all'interno dell'istituto comprensivo Don Milani, dove i ladri entrando da una porta secondaria che si affaccia su Viale Kennedy, hanno avuto modo di scassare due macchinette su tre presenti dentro l'istituto; da premettere che la scuola è dotata di un sistema di un video-sorveglianza, le cui immagini sono state consegnate ai carabinieri della compagnia di Paternò, i quali indagano anche sul furto del IV circolo didattico.

Altro raid è avvenuto lo scorso fine settimana all'interno dell'edificio di via Lucania, dove sono ospitati l'istituto agrario e un corso professionale. Qui i ladri hanno rubato complessivamente 5 computer portatili e distrutto le macchinette che distribuiscono bevande e caffè. A breve comunque dovrebbe esserci una conferenza di servizi che vedrà insieme amministrazione comunale e forze dell'ordine per coordinare una risposta adeguata alla controffensiva criminale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati