Sgominata una rete di narcotraffico: 94 arresti e 121 denunciati

L'indagine, coordinata dalla Dda di Firenze, è durata due anni e mezzo. Nel mirino, cinque bande di albanesi, tunisini e italiani che rifornivano di eroina le 'piazzè dello spaccio di decine di città italiane

PISA. Ci sono voluti oltre due anni e mezzo  di indagini e 300.000 conversazioni telefoniche e ambientali  intercettate dai carabinieri di Pisa per annientare una vasta  rete di trafficanti internazionali e spacciatori di droga che  operavano in tutta Italia. L'indagine, coordinata dalla Dda di  Firenze, ha portato all'arresto di 94 persone e alla denuncia di  altre 121 accusate a vario titolo di associazione a delinquere  per il traffico internazionale di stupefacenti e spaccio.    

Nel mirino, cinque bande di albanesi, tunisini e italiani che  rifornivano di eroina le 'piazzè dello spaccio di decine di  città italiane. L'inchiesta è scattata nell'aprile del 2010  quando i carabinieri di Pontedera hanno scoperto un carico di 15  kg di eroina, per un valore sul mercato di circa 300.000 euro, e  arrestato alcuni albanesi. Da qui si è sviluppata l'indagine  che oggi ha portato all'esecuzione di 31 custodie cautelari, in  carcere o agli arresti domiciliari, per gli altri componenti  delle bande non ancora individuati prima.     Sulla scorta di questi risultati investigativi, i singoli  comandi provinciali delle varie province interessate dal  narcotraffico svilupperanno ulteriori indagini. Secondo quanto  ricostruito dagli inquirenti erano gli albanesi a importare la  droga, facendola passare dalla Grecia, direttamente dalle  piantagioni di oppio in Afghanistan e Thailandia. Invece le  bande di tunisini e italiani avevano il compito di distribuirla  sul mercato dello spaccio.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati