Regione, la Valenti resta assessore

Si era dimessa dopo le polemiche per il suo rinvio a giudizio. Crocetta: “Il reato è amministrativo e ha mostrato buona fede nella sua condotta e che il reato non è tra quelli inseriti nel codice deontologico ed etico della commissione Antimafia”

PALERMO. Patrizia Valenti rimane assessore alle Autonomie locali. Lo ha deciso il governatore Rosario Crocetta.
l presidente stamattina ha incontrato Valenti, che aveva rimesso il mandato dopo le polemiche sul suo rinvio a giudizio con l'accusa di omissioni di atti d'ufficio per avere ritardato l'assunzione di un dirigente a seguito della pronuncia del Tar, quando era a capo del Consorzio autostrade siciliane (Cas).
Nel corso della riunione "si è discusso della rilevanza della questione giudiziaria che riguarderebbe l'assessore – si legge in una nota dell'ufficio stampa del governatore - considerando che il reato è amministrativo, che la stessa Valenti ha mostrato buona fede nella sua condotta e che il reato non è tra quelli inseriti nel codice deontologico ed etico della commissione Antimafia, il presidente Crocetta comunica che, pertanto, l'assessore Valenti sarà già al lavoro da oggi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati