Coldiretti: "In calo la spesa per lo shopping natalizio in Italia"

E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dell'indagine "Xmas Survey 2012" di Deloitte. "La situazione di crisi ed il contenimento delle tredicesime favorisce un clima di sfiducia: taglio record dell'8,6 per cento per i regali"

ROMA. Con la crisi gli italiani spenderanno per il Natale il 3,7% in meno. Anche se già nel primo week end di dicembre inizia lo shopping natalizio per quattro italiani su dieci che fanno acquisti proprio nei primi quindici giorni del mese.

E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dell'indagine "Xmas Survey 2012" di Deloitte dalla quale si evidenzia anche che il 30 per cento degli italiani ha già 'fatto affari' mentre il restante 30 per cento li farà a ridosso del Natale. Se negli Stati Uniti le vendite di Natale sono iniziate lo scorso 23 novembre con un "black Friday" che ha fatto segnare un calo delle vendite dell'1,8%, le prime indicazioni - sottolinea la Coldiretti - non sono positive neanche in Italia dove la spesa per la shopping natalizio in regali, cibo e divertimento è stimata in calo del 3,7 per cento.

La situazione di crisi ed il contenimento delle tredicesime favorisce un clima di sfiducia che - precisa la Coldiretti - porta a una riduzione della spesa complessiva che penalizza soprattutto i regali che subiscono un taglio record dell'8,6 per cento ed i divertimenti (-0,3 per cento), mentre tiene l'acquisto di cibo (+2,1 per cento). Si stima che le famiglie italiane spenderanno in media 551 euro dei quali 197 euro in cibo e bevande per imbandire le tavole, 90 euro per i divertimenti e 264 euro per i regali. Da sottolineare che ai bambini in Italia è destinato il 39 per cento della spesa per
regali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati