Il punteruolo rosso è "arrivato": colpita una palma a Mussomeli

Le rende noto il vice sindaco Sebastiano Sorce, che 48 ore prima aveva diramato un annuncio: una vera e propria allerta per evitare possibili contagi

MUSSOMELI. Ciò che si temeva si è purtroppo concretizzato. Il punteruolo rosso, l'insetto killer delle palme, ha superato i confini della città. Mussomeli- anche per via della sua altitudine- è sembrata fino a ieri immune dalla piaga che negli ultimi anni sta colpendo la Sicilia. Ma la flebile speranza è crollata sotto il peso della realtà.

Una pianta infatti è stata attaccata dal Rhynchofhorus ferrugineus, il nome scientifico di questo essere che divora le palme uccidendole. La pianta che lentamente viene divorata dal punteruolo si trova tra le contrade Fiumicello e Mercato Nuovo, a fianco la strada provinciale che conduce a Villalba. E' una Canariensis situata all'interno di una proprietà privata.

A rendere nota la brutta scoperta il vice sindaco Sebastiano Sorce, colui che proprio 48 ore prima- sulla scorta di rinvenimenti di alberi già colpiti dall'insetto a Villalba e Vallelunga- aveva diramato un annuncio, una vera e propria allerta per evitare possibili contagi. Ora che lo stesso amministratore ha appurato che il contagio comincia a fare vittime nel territorio mussomelese, il suo appello si fa più greve e preoccupante, e non solo invita i proprietari delle palme colpite ad intervenire secondo le indicazioni, ma minaccia coloro che al contrario non affronteranno il problema, di pesanti e costose multe.

"Con il presente avviso- recita il comunicato- si conferma la presenza del Punteruolo rosso nei paesi viciniori di Vallelunga e Villalba per cui si invitano i proprietari o detentori a qualsiasi titolo di palme, che sospettino o accertino la comparsa dell'insetto a darne immediata comunicazione (obbligatoria) all'Ufficio Provinciale del Servizio Fitosanitario Regionale Unità Operativa 79 via Palazzi N°100/102 - 093012 Gela (CL) telefono 0933 935265 e-mail ipacl.controlli@regione.sicilia.it ed all'Ufficio Ambiente del Comune al fine di predisporre specifici accertamenti fitosanitari e qualora confermata la presenza del Punteruolo Rosso adottare le prescrizioni fitosanitarie obbligatorie per legge, così come previsto dall'Assessorato delle Risorse agricole ed alimentari".

Gravi ripercussioni per chi disattende: "Chiunque non ottemperi a quanto sopra è punito con le sanzioni amministrative previste dall'articolo 54 del Decreto Legislativo del 19 agosto 2005 N. 214 e che vanno fino ad un massimo di 3 mila euro". Per ulteriori informazioni rivolgersi all'Ufficio Ambiente del Comune o chiamando il numero 0934-961258.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati