Cassa integrazione e mobilità, i sindacati: "C'è l'accordo"

Ne danno notizia Cgil Cisl e Uil siciliane. L'intesa è stata trovata a conclusione dell'incontro che si è tenuto oggi nella sede dell'assessorato regionale al Lavoro

PALERMO. Si ricomincia da lunedì a  stipulare gli accordi aziendali per il pagamento, in tutta la  Sicilia, di cassa integrazione e mobilità in deroga. Ne danno  notizia Cgil Cisl e Uil siciliane. L'intesa è stata trovata a  conclusione dell'incontro che si è tenuto oggi nella sede  dell'assessorato regionale al Lavoro.     «Al momento- informano i sindacati- sono 1.438 le istanze per  ammortizzatori in deroga presentate nei nove Uffici provinciali  del Lavoro». Ma i confederali, con una nota congiunta,  denunciano anche la mancata copertura del fabbisogno  finanziario, sul fronte ammortizzatori: «un buco che per  quest'anno si attesterà tra 30 e 60 milioni».   

«Resta da sciogliere il nodo 2013 che incombe come  un'ipoteca», lamentano Michele Pagliaro (Cgil), Giorgio  Tessitore (Cisl) e Pino Franchina (Uil) che al governo della  Regione chiedono di «riprendere la trattativa con il governo  nazionale per l'integrale copertura dell'anno in corso e la  definizione di una normativa, con apposita dotazione, idonea a  far fronte alla crisi delle partecipate degli enti locali».    Sulla questione del fabbisogno, discussa dopo il via libera al  pagamento di cigs e mobilità, i tecnici dell'assessorato hanno  precisato che, in aggiunta ai 65 milioni dell'accordo stipulato  qualche giorno fa dal presidente Crocetta col governo nazionale,  la Regione metterà a disposizione somme proprie: 8 milioni 520  mila euro della 236 (sulla copertura 2012) e 36 milioni e mezzo,  residui di anni precedenti.         

CROCETTA AGLI OPERAI GESIP: "ANTICIPO CIG? CHIEDETE AL COMUNE" - «Non siete dipendenti della  Regione, siete dipendenti dell'amministrazione comunale. Solo il  comune può anticiparvi le somme della cassa integrazione. Noi  possiamo vedere solo di accelerare le procedure e faremo il  possibile per farvi pagare prima Natale». Lo ha detto il  governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, parlando con un  gruppo di operai della Gesip riuniti davanti all'auditorium  'Giuseppe Di Matteò dove è appena arrivato il presidente della  Regione per la prima riunione di giunta.     Poi parlando con i cronisti che chiedevano se prima di Natale  i lavoratori saranno pagati Crocetta ha aggiunto: «Dipende  dell'Inps». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati