Inchiesta sul peculato, Crocetta: "Chi ha sbagliato pagherà"

Il presidente della Regione: "Nei prossimi giorni sottoporremo a vigilanza tutti i settori della regione - annuncia - per verificare convenzioni, modalità di affidamento, gestione degli appalti, qualità dei servizi e i risultati complessivi"

PALERMO. «Esprimo gratitudine a nome del  Governo regionale per la splendida azione giudiziaria condotta  dalla Guardia di Finanza, dal procuratore aggiunto Leonardo  Agueci e dal sostituto Amelia Luise. Nessuno si aspetti sconti,   chi sbaglia paga». Lo afferma il Presidente della Regione  siciliana Rosario Crocetta commentando l'inchiesta della Procura  di Palermo sull'imprenditore Gaetano Mercadante, agli arresti  domiciliari da questa mattina con l'accusa di peculato.     «Sembrerebbero emergere responsabilità di alcuni dirigenti  che pare - aggiunge - abbiano dato concessioni a società  riconducibili a Mercadante, incaricate di gestire alcuni  servizi, tra i quali la gestione dei biglietti di ingresso. Nei  prossimi giorni sottoporremo a vigilanza tutti i settori della  regione - annuncia - per verificare convenzioni, modalità di  affidamento, gestione degli appalti, qualità dei servizi e i  risultati complessivi. Apriremo gli armadi degli uffici alla  magistratura e alle forze inquirenti, per chiudere le pagine  nere della storia della Sicilia e avviare un nuovo corso». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati