Carceri, progetto per formazione professionale a Palermo

PALERMO. Per i detenuti la formazione culturale e professionale e il miglior sistema di inclusione sociale, la loro aspirazione prioritaria. Il dato emerge dal report finale di "Buoni Dentro", un progetto realizzato da Infaop (Istituto nazionale per la formazione, l'addestramento e l'orientamento professionale).
La ricerca dal titolo "Uno sguardo tra i pianeti della popolazione detenuta presso la casa circondariale Pagliarelli di Palermo" e stata presentata nel corso di un convegno nel teatro dell'istituto penitenziario. Il progetto è nato con lo scopo di dare una nuova immagine della struttura carceraria e dei detenuti attraverso un programma di formazione durato 24 mesi per riqualificare professionalmente un gruppo di detenuti e detenute del carcere palermitano al fine di ampliare le loro possibilità di accesso al mondo del lavoro, per mezzo di due corsi di formazione professionale paralleli: "mastro pastaio" per gli uomini e "operatrice socio assistenziale" per le donne.
Partner di Buoni Dentro sono il Pastificio Giglio per la formazione dei detenuti e la Cooperativa Sociale Isola, per quella delle detenute.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati