Assessore Valenti: "Rimetto il mandato nelle mani di Crocetta"

Lo afferma in una nota Patrizia Valenti, assessore alle Autonomie locali della Regione siciliana. "Sono un dirigente dell'amministrazione regionale e una servitrice leale dell'interesse pubblico"

PALERMO. "Sono stata chiamata da tecnico a svolgere un lavoro per il bene della Sicilia e preferisco non intromettermi in questioni dal sapore politico. Ringrazio l'Udc per la fiducia che mi ha accordato, ma non sono abituata a stare dentro i giochi politici. Sono un dirigente dell'amministrazione regionale e una servitrice leale dell'interesse pubblico e per questa ragione ho deciso di rimettere il mio mandato nella mani del presidente della Regione". Lo afferma in una nota Patrizia Valenti, assessore alle Autonomie locali della Regione siciliana.

"Ho appreso ieri da notizie di stampa - aggiunge - le opinioni del presidente Crocetta sulla vicenda che mi riguarda. Non più tardi di due giorni fa, carte alla mano, ho fornito ogni spiegazione circa la notizia, quella del mio rinvio a giudizio, già conosciuta dall'opinione pubblica perché ampiamente divulgata dai mass media all'epoca dei fatti". "Peraltro - prosegue -, a causa di un grave lutto familiare, immediatamente dopo la nomina, non ho avuto il tempo di incontrare o sentire il presidente, fino a martedì, giorno in cui è stato pubblicato l'articolo. Nell'incontro con il presidente sono stata puntuale e dettagliata nel ripercorrere tutte le tappe che hanno portato al procedimento penale in corso nei miei confronti".

"Già ieri mattina - conclude Valenti - avevamo iniziato con il presidente a lavorare insieme per affrontare alcune tematiche urgenti della realtà siciliana, nel corso di un incontro al ministero dell'Economia. Ribadisco la mia lealtà nei confronti del presidente e della pubblica amministrazione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati