Crocetta: sì alla cassa integrazione in deroga

Il presidente della Regione: "Dopo l'accordo politico a Roma con il ministro del Lavoro è arrivata la conferma dal tavolo tecnico. Dallo Stato erogati 65 milioni”. Ne potranno usufruire i lavoratori di Gesip e dell’indotto di Termini Imerese

PALERMO. "Dopo l'accordo politico raggiunto ieri sera a Roma con il Ministero del Lavoro, a cui ha partecipato anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, è stato confermato stamattina dal tavolo tecnico, l'accordo sulla cassa integrazione in deroga per la Sicilia". Lo comunica il Presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta. L'accordo prevede la firma congiunta tra il ministro Fornero e il Presidente della Regione. "Sono 65 i milioni erogati dallo Stato con fondo della cassa integrazione in deroga, - dice Crocetta - 8,5 milioni dagli strumenti di sostegno al reddito, che sono parte della misura previsti per Gesip presi dalla legge 236/93 più 40 milioni di compartecipazione regionale. Con questo accordo tutti i lavoratori, compresi quelli dell'indotto di Termini Imerese e Gesip, possono usufruire della cassa integrazione". "Queste misure - conclude Crocetta - permettono immediatamente di avviare un periodo di tranquillità nel mondo del lavoro, e daranno il tempo per consentire riforme e misure necessarie che saranno varate dal governo regionale per rilanciare le attività produttive in Sicilia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati