Minore fugge con l’auto Bloccato e denunciato

Per due volte scappa: prima con la Daewoo di un’amica e poi a piedi, ma viene acciuffato

CALTANISSETTA. La «notte brava» di un ragazzino finisce male. Sì, perché dopo due fughe a posti di blocco dei carabinieri, prima mentre era al volante dell’auto di un’amica e poi a piedi, è stato acciuffato e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. E qualche grattacapo lo ha avuto anche la sua amica, una ragazza ventenne, che gli ha fatto guidare la sua utilitaria nonostante l’amico avesse soltanto 17 anni. Sabato notte amaro per due giovani che, all’una e mezzo del mattino, sono incappati in un posto di controllo effettuato in viale Sicilia dai militari della Stazione. Un carabiniere ha alzato la paletta per intimare l’alt, ma la «Daewoo» con i due giovani a bordo è fuggita forzando il blocco. Al volante v’era il minorenne. È stata subito diramata la nota di ricerca di quella vettura fuggita e, mezz’ora dopo, l’utilitaria che aveva ignorato l’alt in viale Sicilia è stata intercettata in pieno centro storico. In particolare, in corso Vittorio Emanuele. Erano già le due del mattino. A quel punto i carabinieri si sono avvicinati e hanno aperto le portiere per identificare gli occupanti. E ancora una volta il ragazzino è fuggito. Ma questa volta a piedi. Ne è nato un inseguimento che s’è concluso nell’arco di pochissimi metri. Ma tra lui ed i militari v’è stato anche un piccolo scontro fisico. Una volta neutralizzato è stato identificato. E mentre per l’amica, che gli aveva fatto guidare l’auto nonostante fosse minorenne, è scattata una sanzione amministrativa per incauto affidamento - come prevede il codice della strada - per il diciassettenne è maturata la denuncia per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati