Acqua col contagocce: via al razionamento, disagi

Ieri distribuzione nelle fasce esterne. Ma si è rivelata insufficiente

CALTANISSETTA. Scatta il razionamento idrico e in città cominciano ad essere avvertiti i primi disagi. Ieri sono state approvvigionate le zone di Balate, sanatorio, S.Elia e le cosiddette fasce esterne, ma la distribuzione, com'era ampiamente prevedibile, è apparsa insufficiente.
Caltaqua riesce a mantenere invariati i turni (a giorni alterni) di erogazione immettendo in rete tutti i quantitativi forniti da Siciliacque, poco più di 130 litri secondo, riuscendo a garantire una erogazione limitata comunque a poche ore e chiaramente insufficiente.

Cominciano ad arrivare le prime proteste (terminale il centralino della polizia municipale) ma la prova del fuoco è attesa per questa mattina quando ad essere servite saranno le zone del centro storico, di contrada Firrio, del villaggio Santa Barbara e del suo hinterland (via Xiboli e Trabonella). A Terrapelata i turni sono stati già dilatati a tre giorni, ma le restrizioni potrebbero già dalla prossima settimana investire direttamente il capoluogo (ma anche San Cataldo) dove si prospetta, in assenza di piogge, un autunno caratterizzato dai disservizi idrici.

Tutto è riconducibile alla crisi che si registra alla diga Ancipa dove, in concomitanza con l'avvio di lavori per l'eliminazione di lesioni nelle pareti dell'impianto, è iniziato lo svuotamento fino alla soglia minima di due milioni di metri che dovevano servire per dissetare alcuni comuni dell'ennese ed integrare il quantitativo per il capoluogo fornito dal Fanaco.

La diga però è completamente a secco. Situazione da bollino rosso che ha spinto Siciliacque ad avviare manovre per ridurre i prelievi. Con la conseguenza che la dotazione per la città è scesa di dieci litri secondo (cinque per San Cataldo) destinata a calare ulteriormente dall'inizio della prossima settimana se non dovessero arrivare le piogge mai così invocate come in questo periodo. S.G.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati