Scilabra, l'assessore studente

La studentessa di 29 anni («me la sono presa comoda - dice - ma la politica porta via tempo e ora mi mancano solo cinque materie) succede a un professore, l'economista Mario Centorrino, in età da pensione, che nel passato governo di Raffaele Lombardo occupava quel ruolo e fronteggiava le proteste degli studenti

PALERMO. Stamattina il telefono di Nelli  Scilabra ha squillato a vuoto sei volte. Sul display compariva  il numero di Rosario Crocetta, neo presidente della Regione  siciliana, ma la ragazza era a lezione di Procedura civile in  un'aula della facoltà di Giurisprudenza, a Palermo, e sotto gli  occhi dell'insegnante non poteva certo rispondere e beccarsi un  rimprovero. Ma il telefono ha continuato a squillare anche a  lezione finita: «Sono Rosario Crocetta, vieni subito a palazzo  d'Orleans, devo parlarti». Quando Nelli, trafelata, è arrivata  nella sede della presidenza, si è trovata davanti il decreto di  nomina ad assessore all'Istruzione e formazione.     La studentessa di 29 anni («me la sono presa comoda - dice -  ma la politica porta via tempo e ora mi mancano solo cinque  materie) succede a un professore, l'economista Mario Centorrino,  in età da pensione, che nel passato governo di Raffaele  Lombardo occupava quel ruolo e fronteggiava le proteste degli  studenti. Tra loro c'era anche Nelli Scilabra.    

Cresciuta a pane e politica nel piccolo paese di Burgio,  nell'Agrigentino, ha preso presto la tessera dei Ds e poi del  Pd. Diplomatasi con il massimo dei voti al liceo Scientifico di  Sciacca, arrivata a Palermo ha fondato l'associazione  »ContrariaMente« e poi è diventata presidente del Rum (la  Rete universitaria del Mediterraneo). Eletta al Senato  accademico con tremila voti, due anni fa è stata a capo del  movimento studentesco sceso in piazza contro la riforma Gelmini  e in questi giorni sta lavorando alla revisione dello statuto  dell'Università, reso necessario proprio da quella riforma.     Durante la conferenza stampa tenuta da Crocetta - che ha  annunciato i nomi di altri tre assessori, tra i quali il  professor Antonino Zichichi -, la mamma di Nelli, Rosa Thea  Zambuto, si è avvicinata alla zona dei cronisti per fare lo  spelling del cognome: "Scilabra, con una 'b', mi raccomando".  E ha raccontato che la passione della figlia per la politica  viene da lontano: "A 14 anni - ha spiegato - andava al seggio  elettorale per assistere agli scrutini. Non si può dire che  siamo stati noi genitori a contagiarle la passione della  politica, ha fatto tutto da sola".     Stasera a palazzo d'Orleans c'erano colleghi dell'Ateneo e  amici, ai quali, tra un abbraccio e l'altro, ha promesso che  »l'assessorato diventerà la casa dei giovani«, mentre  Crocetta, al suo fianco, le prometteva che non la lascerà sola: 

"La proteggerò come una figlia. Siamo davanti a una vera  rivoluzione. Nessuno credeva possibile che una giovane  studentessa potesse occupare questo ruolo, in Sicilia i giovani  sono stati tenuti ai margini, tutt'al più inseriti come  tirocinanti in qualche dipartimento, in attesa di maturare i  requisiti per trovare un posto stabile nella pubblica  amministrazione".     Con il neo presidente la conoscenza risale a parecchi anni  fa, quando Crocetta era sindaco di Gela, e il legame si è  rafforzato durante la scorsa campagna elettorale per le europee.  Se l'aspettava questa nomina? "No« è stata la sua secca  risposta, ma qualcuno, tra i suoi amici, ci sperava. Adesso  comincia il bello: "È tutto da stravolgere - dice l'ormai  assessore Scilabra, mentre davanti a una finestra tenta di  fumare una sigaretta - È una grande responsabilità ma anche  una grande scommessa".     Finita la conferenza stampa, assessore in testa, un nutrito  drappello di ragazzi ha invaso i corridoi del palazzo per  dirigersi verso la stanza del presidente, che ai giovani ha  scritto una lettera aperta per dire loro che da oggi la Sicilia  cambia e che saranno i veri protagonisti della politica.     E domani la giunta Crocetta, promette il governatore, sarà  completa. Mancano altri 4 nomi per completare la squadra di 12  assessori; ancora uno spetta al Pd e tre all'Udc.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati