Niente stipendi da due mesi, netturbino tenta di darsi fuoco

È un impiegato della Caltambiente, la società che gestisce il servizio di igiene urbana. La società d'ambito ha in cassa oltre un milione di euro, ma non può pagare i dipendenti a causa del pignoramento delle somme effettuato dal gestore della discarica di Siculiana

CALTANISSETTA. Un netturbino della Caltambiente, la società che gestisce il servizio di igiene urbana, ha tentato di darsi fuoco sul tetto del capannone della ditta, dopo essersi cosparso di benzina. L'hanno fermato i colleghi. Da due mesi i lavoratori non percepiscono lo stipendio a causa della paralisi finanziaria che ha colpito l'Ato Ambiente Cl1. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e le forze dell'ordine.
La società d'ambito ha in cassa oltre un milione di euro, ma non può pagare gli stipendi a causa del pignoramento delle somme effettuato dal gestore della discarica di Siculiana, la Catanzaro Costruzioni, che vanta un credito di pari importo. Sospesi i conferimenti dei rifiuti nel mese di ottobre, la ditta ha avviato la procedura per il recupero delle somme.
Nell'attesa che il giudice esecutore si pronunci sulla efficacia della pignorabilità degli importi provento della Tarsu, gli operai hanno iniziato le proteste. Per il pomeriggio è stato convocato un vertice in prefettura.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati