Chiude il ristorante dell'Ars: adesso si servono solo panini

Dallo scorso mese di maggio, infatti, le cucine del Palazzo sono state dichiarate inagibili perchè non a norma, e sono state chiuse. Di conseguenza la ditta che gestisce il servizio di ristorazione interno all'Ars, la «Hassio Servizi», ha dovuto chiudere la buvette

PALERMO. Fino a qualche mese fa era una  delle stanze più frequentate di Palazzo dei Normanni: la  bouvette dell'Assemblea regionale siciliana riservata solo ai  deputati e ai loro ospiti, offriva piatti prelibati e lunghe  chiacchierate fra parlamentari. Oggi quel ristorante, attiguo al  bar e alle spalle di Sala d'Ercole, è diventato un cimitero di  tavoli vuoti: dallo scorso mese di maggio, infatti, le cucine  del Palazzo sono state dichiarate inagibili perchè non a norma,  e sono state chiuse. Di conseguenza la ditta che gestisce il  servizio di ristorazione interno all'Ars, la «Hassio Servizi»,  ha dovuto chiudere il ristorante.     «Avevamo iniziato i lavori nella vecchia cucina - spiegano i  funzionari dell'Ars - ma Palazzo dei Normanni è una struttura  complessa, la cucina è nella parte alta dell'edificio ed è  subito stato chiaro che i costi per adeguare gli impianti  sarebbero stati molto alti, anzi troppo alti. Così è stato  deciso di risparmiare, chiudendo la cucina e affidandoci a un  servizio di catering esterno che, una volta a regime, dovrà  fornire due tipologie di pasti: per i deputati e per i  dipendenti. Oltretutto in questo modo recupereremo i locali  dell'attuale cucina, che saranno destinati agli uffici  dell'Ars». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati