Mandare un figlio all'asilo costa 213 euro al mese

La media siciliana è al di sotto di quella nazionale (302 euro). L'Isola al quarto posto tra le regioni meno care

CATANIA. Mandare il proprio figlio all'asilo nido comunale costa mediamente in Sicilia 213 euro al mese, per una spesa che rimane comunque ben al di sotto della media nazionale (pari a 302 euro) e capace di collocare la Sicilia al quarto posto tra le regioni meno care, dopo Calabria (114 euro), Puglia (210 euro) e Campania (212 euro).


Sono i dati di una indagine effettuata dall'Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva. Dove è presente il servizio a tempo pieno si registra una differenza di 102 euro tra la città più cara, Siracusa (350 euro), e la meno cara, Palermo (248 euro). Analogamente, dove è presente il servizio a tempo ridotto si registra una differenza di 130 euro tra il capoluogo più caro, Caltanissetta (220 euro), e il meno caro, Agrigento (90 euro). Rispetto al 2010/11, nel 2011/12 le tariffe sono rimaste invariate in tutti i capoluoghi siciliani ad eccezione di Ragusa (+3,8%), mentre un forte decremento si è registrato ad Agrigento (-25%). L'analisi ha considerato una famiglia tipo di tre persone (genitori e figlio 0-3 anni) con un reddito lordo annuo di 44.200 euro l'anno e relativo Isee di 19.900 euro. Oggetto della ricerca sono state le rette applicate al servizio di asilo nido comunale per la frequenza a tempo pieno (in media nove ore al giorno) e, dove non presente, a tempo ridotto (in media sei ore al giorno), per cinque giorni a settimana. In Sicilia, secondo la banca dati del Ministero dell'Interno sulla fiscalità locale aggiornata al 2010, ci sono 164 asili nido comunali per 6.896 posti disponibili. «Dall'indagine effettuata - ha detto il segretario generale di Cittadinanzattiva Antonio Gaudioso - è evidente che ancora oggi manca nel nostro Paese un sistema di servizi per l'infanzia equamente diffuso ed accessibile su tutto il territorio e adeguate agevolazioni fiscali a sostegno dei nuclei familiari con bambini piccoli».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati